Lettera a un cervello in fuga, questo il tema del Festival delle lettere 2017
Chiara Colasanti | 17 luglio 2017

Il Festival delle lettere rinnova l’invito a scegliere carta, penna e francobollo per inviare la propria Lettera a un cervello in fuga, il tema che guiderà la XIII edizione della più grande manifestazione italiana che celebra la scrittura epistolare.

Ogni anno sono migliaia i cervelli che partono in cerca di qualcosa, un riconoscimento, un sogno da realizzare, un’esperienza da raccontare. A volte ci si lascia tutto alle spalle, altre volte ci si allontana per poi tornare. Per alcuni è un sacrificio, per altri invece è un desiderio. Qualcuno fugge da fermo, con la testa da un’altra parte. Capita anche che ad andarsene sia il nostro stesso cervello, che proprio non ne può più di noi. 

Sono tanti i motivi per cui scappare, o desiderare di farlo: come in tutte le edizioni il Festival delle Lettere lascia la massima libertà di interpretazione a chiunque vorrà partecipare. Speranze, insicurezze, paure e fiducia: una lettera può dare libero sfogo a ogni sentimento possibile e porta chi scrive o la legge in un mondo in cui tutti possono fuggire… quello delle emozioni.

Prorogata al 15 agosto la scadenza del bando di partecipazione. Oltre al tema principale, altre tre categorie in concorso: Lettera a tema libero, Lettera dal cassetto e Lettera Under14, categoria riservata agli scrittori più giovani.

Le migliori lettere ricevute saranno lette e selezionate da una giuria qualificata. Le vincitrici per ogni categoria saranno premiate in occasione della XIII edizione del Festival delle lettere, che si svolgerà a Milano il 14 e il 15 ottobre presso l’Unicredit Pavillion in Piazza Gae Aulenti. 

Commenti