Di Jacopo ertella
Coppa del mondo

Marta, Nicole e le altre...

Se vi steste chiedendo che fine ha fatto Nicol Delago, intervistata sullo scorso numero, abbiamo per voi pronta la risposta. Negli ultimi giorni, Cortina d’ Ampezzo ha ospitato le gare di velocità femminili di Coppa del Mondo. 

Provenienti da moltissimi Paesi, le giovani sciatrici si sono date battaglia in discesa libera e supergigante, su una pista, la Olympia delle Tofane, che in alcuni tratti supera il 60% di pendenza, raggiungendo velocità di oltre 100 km all’ora. Queste agoniste, forti di una continua preparazione psicofisica, entusiaste, determinate, positivamente esuberanti, si sono scontrate, battendosi anche per centesimi di secondo.

Alcune giovanissime, da poco entrate nell’élite mondiale, si trovano a vivere e ad organizzarsi in totale autonomia per allenamenti e gare in ogni parte del mondo con la volontà, la curiosità delle studentesse appena uscite dalle scuole secondarie. Grande capacità di autogestione, anche perché, spesso, sono oggetto di infortuni, più o meno gravi, che condizionano seriamente le sicurezze acquisite. 

Tra le atlete del nostro Paese non possiamo che pensare alle conosciute campionesse come Brignone, Goggia, Fanchini, e, ultime arrivate in squadra ad appena vent’anni, Marta Bassino e Nicol Delago, che già hanno dato ottimi risultati e saranno le prossime top racer del circuito.

Scorrevolezza pura sugli sci: è Nicol Delago
Assistere al Gran Premio d’Italia è un’esperienza elettrizzante, in cui i limiti esistono solo per essere superati. Perché se dici Formula 1 dici velocità, ma se dici Monza dici storia
La parola del mese: scrittura
I ragazzi escono dalla scuola sapendo male l'italiano, che valore ha la scrittura nel 2017?
Un po' attori un po' diplomatici
Quest’occasione si chiama MUN
L'impresa cooperativa arriva fra i banchi
Se volete imparare a fare impresa, c’è un programma tutto per voi che potete realizzare a scuola
Tutti pazzi per il calcio
Arriva nelle sale il docufilm “Crazy for football” di Volfango De Biasi sulla prima nazionale italiana di calcio di pazienti psichiatrici
Archivio Attualità
La genialità non ha genere (Giulia Toninelli) 27/03/17 11:37
Divertendosi si impara (Redazione) 27/03/17 11:28
Professione digital (Chiara Colasanti) 27/03/17 11:22
Ci salverà la Cultura (Redazione) 27/03/17 10:45
Donne che fanno storia (Liceo Linguistico Russell) 06/03/17 16:49
La velocità femminile si chiama Nicol (Jacopo Bertella) 27/02/17 11:37
Il campione che non amava nuotare (Redazione di Genova) 27/02/17 11:32
La verità sulle auto che si guidano da sole (Samuele Buzzi) 27/02/17 11:10
I tempi cambiano ma i pregiudizi restano (Giulia Tardio) 27/02/17 10:47
Quel difficile mestiere del giornalista (Ilenia Vitale) 23/02/17 17:01