Di Redazione
L'impresa cooperativa arriva fra i banchi

Se volete imparare a fare impresa, c’è un programma tutto per voi che potete realizzare a scuola. Oltre ventimila studenti l’hanno già fatto

Si chiama Bellacoopia e l’idea è nata per stimolare la creatività e lo spirito imprenditoriale degli studenti, facilitare il contatto tra la scuola e il mondo del lavoro, contribuire ad una cittadinanza consapevole ed attiva. Il progetto di Legacoop vuole diffondere la cultura cooperativa tra i giovani, in particolare tra gli studenti delle scuole superiori, delle medie e, negli ultimi anni, anche delle Università che spesso non conoscono le potenzialità del fare impresa cooperativa.

Chi fa parte della Rete?

Le strutture associative territoriali e regionali di Legacoop di: Emilia Romagna, Liguria e Friuli Venezia Giulia. Ciascun territorio sviluppa le proprie iniziative, nate e cresciute nel corso degli anni. Talvolta hanno nomi diversi ma possiedono gli stessi obiettivi condivisi.

Cosa fa?

All’inizio di ogni anno scolastico gli uffici Legacoop territoriali diffondono un bando di partecipazione alle scuole del territorio di riferimento, indirizzato alle classi del triennio. Le classi ammesse partecipano ad un percorso formativo che le accompagna dal primo approccio teorico con il mondo della cooperazione fino alla costituzione “virtuale” di una propria impresa cooperativa, con tanto di statuto e business plan. Le lezioni sono tenute da funzionari Legacoop e da esperti “cooperativi”. Sono previsti incontri specifici con cooperative selezionate sul territorio che collaborano all’iniziativa. I tutor Legacoop mettono a disposizione materiali didattici utili alla redazione del business plan e degli statuti.

Come si sviluppa il progetto di simulazione d’impresa?

Il progetto accompagna i ragazzi lungo tutto il processo, dall’identificazione dell’idea imprenditoriale fino alla costituzione dell’impresa: 

Analisi del mercato (territorio, bisogni, stakeholder, approccio strategico)

Proposte di prodotti/servizi (individuazione del business mediante un percorso di concertazione democratica che analizza le proposte che emergono)

Definizione dei ruoli e specificità dei componenti del gruppo di lavoro

Descrizione dell’idea

Organigramma, statuto e atto costitutivo

Business plan 

Piano di comunicazione

Chi vince?

I progetti sono valutati da una giuria secondo indicatori di fattibilità, originalità, sostenibilità. Le premiazioni avvengono all’interno di eventi finali che si svolgono alla fine dell’anno scolastico, in cui le classi presentano i propri lavori attraverso video, slide, sketch, power point: largo spazio alla creatività e alle capacità comunicative!

Quali competenze acquisiscono i ragazzi?

Al termine del percorso i ragazzi avranno sviluppato varie competenze: da quelle tecnico-professionali, applicando le materie d’indirizzo, a quelle più trasversali (o soft-skills), che afferiscono all’area socio-culturale, organizzativa ed operativa, quali la capacità di lavorare in team, la leadership, l’autodeterminazione, l’assunzione di responsabilità, il rispetto dei tempi.

 

Presto il liceo in 5 anni potrebbe diventare realtà. Si tratta per adesso di una sperimentazione che in futuro potrebbe favorire l'ingresso dei giovani un anno prima nel modo dell'università e del lavoro, tra lati positivi e negativi.
Odio, hate speech, fake news. La presidentessa della Camera, Laura Boldrini, lancia un progetto di educazione civica digitale per educare le nuove generazioni all'uso consapevole del web e dei social media.
"Libriamoci" con la scuola che legge
La quarta edizione di "Libriamoci" ha unito ancora una volta studenti, scrittori, attori e librai in giornate di lettura nelle scuole
Tre voci di donne dell’antimafia
Angela Corica, Marilena Natale, Federica Angeli: 3 croniste dedite al racconto della mafia che usano la scrittura come mezzo di contrasto della criminalità organizzata
Media e violenza sulle donne
"Fidanzatino", "amore malato", "raptus di gelosia". Succede che i media usino un linguaggio inadeguato quando si tratta di temi come la violenza sulle donne
Un’integrazione da favola
Tre famiglie di immigrati, una lettera di sfratto, una ballerina in stile Bollywood. Babylon Sisters è una storia di multiculturalità, accoglienza e di solidarietà
Archivio Attualità
Atypical (Gaia Ravazzi) 02/11/17 12:58
E in Italia arrivò il genio (Martina Della Gatta) 02/11/17 12:55
Passione cosplay (Giovanni Pisu) 02/11/17 12:38
Quando viaggiare non è solo un passatempo (Matteo Storti Gajani) 02/11/17 12:35
“Visca Catalunya”: l’identità frammentata d’Europa (Chiara Colasanti) 02/11/17 12:24
Non è un gioco da ragazzi (Anna Maria Cantarella) 02/11/17 12:14
Progetto TE.SE.O (Redazione) 16/10/17 14:48
Pane e tutorial (Gaia Ravazzi) 16/10/17 14:38
La Lanterna (Michela La Grotteria) 16/10/17 14:32
Valerian e la città dei mille pianeti (Alessandro Preanò) 16/10/17 14:29