Di Germano La Monaca
L'altro festival

Accanto al celeberrimo Lucca Comics, il Borda! Fest, una rassegna che accende, finalmente, i riflettori su una cultura non mainstream dall’alto valore culturale e artistico

Quest’anno, oltre alla consueta invasione di mostriciattoli e personaggi fuggiti dal mondo del fumetto, dei manga, degli anime e delle serie tv, la città di Lucca, e più in particolare la parte meno conosciuta della città, cioè le gallerie storiche del baluardo di San. Martino, sono diventate la location del Borda! Fest. Un evento parallelo al Lucca Comics, meno noto ma di grande importanza per tutta quella cultura “sotterranea” (proprio come la location che l’ha ospitato) che si autofinanzia e si autoproduce indipendentemente dalle grandi firme.
Immaginate un crocevia di suggestive gallerie medievali, ravvivate da giovani talentuosissimi fumettisti ed editori che danno sfogo alle proprie fantasie artistiche, provenienti da tutta Italia e non, proponendo le loro produzioni in maniera totalmente gratuita e realizzando capolavori della vignetta sul posto. Immaginate giornalisti interessati a vecchie e nuove prospettive della cultura poco mainstream, amanti del fumetto e della grafica che assaporano questo coloratissimo confronto tra storie, idee, luoghi e modi di vivere la cultura in maniera totalmente personale. Ho avuto la grandissima fortuna di immergermi per un giorno intero in questo vivacissimo mondo di storie e vignette, grazie alla collaborazione con Barta edizioni, giovane casa editrice che opera tra Pisa e Lucca, da alcuni anni al primo posto nel lancio di giovani autori di narrativa e fumetti, italiani e non, di grande valore, in formati veramente preziosi. Il constante incontro con vari personaggi del settore editoriale e le stimolanti chiacchierate che ho fatto vendendo un fumetto o un libro, mi hanno permesso di vedere sotto un’altra prospettiva quel mondo dell’autoproduzione in campo letterario, fumettistico e culturale in generale, perennemente etichettato come in crisi e sofferente. È proprio l’unione delle forze che permette l’emersione di questa cultura underground: sono questi tipi di eventi, purtroppo poco noti e poco sostenuti dagli enti politici, che permettono l’incontro, il confronto, lo scambio di opportunità o di stimoli creativi. E che soprattutto permettono di farsi conoscere a chi lavora senza alcuna certezza economica ma solo in virtù della pura espressione personale della propria visione della realtà. C’è un intero popolo “sotterraneo” di giovani disegnatori, scrittori e giornalisti o semplicemente amanti dell’arte che tentano di emergere, di dimostrare l’esistenza di una linfa vitale culturale vivace e al ritmo con i tempi che scorre indipendente dai grandi marchi e dalle conoscenze mainstream del pubblico di massa, molto spesso spente o poco efficaci nel rappresentare tutte le piccole sfumature di cui si compone la realtà e che meritano di essere rappresentate. Quindi lunga vita al Borda! Fest e alle iniziative di questi piccoli abitanti dei sotterranei culturali, in grado di dimostrarci che molto spesso la bellezza del raccontare si esprime anche attraverso le vie non toccate dal sole.

 

La lingua geniale
Invitata nei licei classici di tutta Italia, dove aiuta i ragazzi a scoprire che il greco antico non… Leggi tutto
Viva il latino
A che serve il latino? È la domanda che, mentre sudiamo sulle traduzioni, spesso ci facciamo. In Viva… Leggi tutto
Metroromantici
I Poeti del Trullo, gruppo di giovani romani che rovesciano le carte facendo i poeti
La poetessa del web
Rupi Kaur, giovane poetessa canadese di origini indiane il cui successo è legato al web e alla caparbietà
Con le radici in cielo
Alessandro D’Avenia spolvera la memoria di Leopardi portandolo in vetta alle classifiche
Ossimori papali
E se il prossimo Papa fosse un vescovo amico di Putin? É la ricostruzione fantastica di Mauro Mazza
Archivio Libri
Tutti pazzi per l'allieva (Redazione) 15/12/16 15:38
Il lato oscuro di Katniss (Diana Nova) 06/05/16 17:38
La ricetta della scuola felice (Germano La Monaca) 11/03/16 15:57
Egomaniaci (Germano La Monaca) 23/12/15 17:02
L'economia che non ti aspetti (La Redazione) 03/12/15 13:12
Scaffali diversi (Alberto Buttini) 03/12/15 13:06
Alessandro D'Avenia presenta “Ciò Che Inferno Non È” (Chiara Colasanti) 16/11/14 15:45
C’è chi del leggere ha fatto una professione (Greta Pieropan) 06/11/14 12:36
Donne da raccontare, le artiste! (Greta Pieropan) 14/03/14 12:44
Per dieci minuti sarò un’altra (Redazione di Roma) 13/02/14 11:04