Torna a Proiettiamo sui muri la storia delle pietre d’inciampo
Tre storie dagli inverni di guerra - A cura dell’Istituto di Istruzione Superiore Luigi Di Savoia di Chieti
27 January 2021
Dopo la Liberazione, i familiari, col generoso contributo dei cittadini antifascisti dei due Comuni, provvedono a far erigere sul luogo dell’esecuzione un cippo a forma di croce, recingendolo provvisoriamente con filo spinato. Sui due bracci della croce fanno incidere i nomi dei dieci giustiziati sul Colle e, sulla sommità dell’asta verticale, il nome del capitano Trieste Del Grosso e la seguente epigrafe:
“Ai Martiri della libertà / caduti gloriosamente / sotto il piombo tedesco / il popolo di Chieti / in ricordo / e monito perenne”.

Voci:
De Leonardis Giorgia
Di Cintio Riccardo
Donvito Andrea
Ascolta la puntata
Commenti