Truffe sul web, conoscerle per difendersi
Quali sono le principali truffe su internet e quali sono le accortezze per evitare di cadere in trappola
Corinna Montiglio | 15 December 2020

Via via che Internet continua a crescere in ogni aspetto della società, le truffe online stanno anch’esse diventando più sofisticate, si aggrappano a sentimenti diversi che ci guidano, come la simpatia, la paura e l’avidità. Quello che le truffe online hanno in comune è che approfittano dell’ingenuità e dell’ignoranza del loro pubblico. Conoscerle per difendersi; ecco le truffe più comuni: 

Il phishing

Il phishing induce l’utente a consegnare inconsapevolmente le proprie password al truffatore, spesso attraverso e-mail dall’aspetto professionale che fingono di provenire da aziende affidabili. Il risultato del giochino è generalmente l‘acquisizione di informazioni personali, come i numeri di carta di credito e dei documenti. Una variante della truffa di phishing è quando i truffatori online si mascherano da celebrità e influencer: a gennaio, la star di YouTube Philip DeFranco ha dovuto avvisare i suoi oltre 6 milioni di abbonati di una di queste truffe, infatti il finto DeFranco si è infilato nel vero account promettendo “regali” se avessero cliccato su un collegamento ipertestuale. Il vero scopo del truffatore era invece il furto di identità.

Il principe nigeriano

È uno dei tranelli più vecchi su internet: la truffa venne alla ribalta negli anni ’90 ed è indicata dall’FBI come “Frode nigeriana” o “419”. La premessa è semplice: ricevi un’e-mail e all’interno del messaggio, un principe nigeriano (o investitore o funzionario governativo) ti offre l’opportunità di lucrosi guadagni finanziari. La trappola? Pagare una piccola parte dell’importo in anticipo o consegnare le informazioni sul conto bancario e altre informazioni identificative in modo che il trasferimento possa essere effettuato. Ovviamente, perdi quel “denaro iniziale”, non ricevendo mai neanche una monetina in cambio.

 

 

 

La frode sui biglietti

I consumatori sono indotti a comprare biglietti falsi per eventi sportivi, concerti e altri eventi. I truffatori di solito puntano a eventi di alto profilo i cui biglietti probabilmente vanno esauriti in modo che possano trarre vantaggio dall’aumento della domanda. Spesso i biglietti che inviano ai clienti hanno codici a barre contraffatti o sono copie duplicate di biglietti legittimi.

La falsificazione di casi GoFundMe

Un esempio degno di nota viene da una bella storia del 2017 su una coppia che ha raccolto $ 400.000 per un veterano senzatetto che gli aveva prestato i suoi ultimi $ 20. Come hanno scoperto i pubblici ministeri, il trio ha inventato l’intera storiaGoFundMe ha dovuto rimborsare le donazioni di tutti i 14.000 donatori. La narrazione era sospettosamente convincente ma era una bufala.

Le truffe di investimento

I truffatori “pompano” artificialmente il valore delle azioni agli occhi delle masse per poi “far crollare” il valore delle azioni su un rendimento falsamente inflazionato ma la manipolazione online si spinge anche oltre. Secondo Buzzfeed, diffondere notizie false online è una delle tattiche “pump” usate dai truffatori per derubare gli sprovveduti in quella foresta del tutto non regolamentata. Un fondatore di criptovalute è stato anche lui stesso obiettivo di una notizia falsa nel 2017, quando si diffuse la notizia che Vitalik Buterin, cofondatore della criptovaluta Ethereum, era morto in un incidente automobilistico. Le false notizie sulla morte di Buterin fecero crollare nel mercato la valutazione di Ethereum e in seguito rimbalzò in alto, quando il vivissimo Buterin in carne ed ossa sfatò la voce.

Cosa fare per difendersi

Ecco qualche consiglio pratico per evitare di cadere in trappola:

  1. Prima di affidare il tuo denaro a quella persona educata con cui hai parlato al telefono o di inserire i tuoi dati su quel sito web, prenditi un po' di tempo per controllare il tutto.
  2. Evita il pagamento tramite bonifico bancario, utilizza le carte di credito per prenotare tramite siti web e non dare mai la carta o i dati del conto.
  3. Quando stai per prenotare un appartamento, contatta il proprietario e chiedi informazioni sulla zona e sui suoi servizi infatti I legittimi proprietari hanno maggiori probabilità di mostrare una conoscenza dettagliata della zona, mentre un truffatore solitamente è in grado di fornire meno dettagli.
  4. Quando effettui la prenotazione attraverso i siti assicurati di leggere i loro termini e condizioni in modo da poter conoscere a fondo la loro politica d'uso. Assicurati che tutti i contatti avvengano tramite questi siti web o nell'app per ridurre la probabilità di avere a che fare con un truffatore.
  5. Non inviare mai denaro a qualcuno che non hai incontrato di persona.
  6. Presta attenzione agli errori ortografici e grammaticali ed esamina le loro storie per vedere se qualcosa non quadra.
  7. Fai attenzione quando condividi informazioni personali, foto e video con i potenziali partner, questo tipo di truffatori ha tentato spesso di ricattare le loro vittime

 

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram