Dimmi che emoji scegli e ti dirò chi sei
Cosa sono, cosa significano e che importanza hanno nel nostro linguaggio le faccette
Roberta Bruno | 3 May 2021

 Nella società moderna diventa sempre più importante comunicare online i propri pensieri. Internet e i social hanno anche permesso di conoscere tante persone nuove  non vicine fisicamente, ma che possono invece appartenere alla stessa comunità online, insieme di persone affini, che condividono interessi e obiettivi. Ciò che spinge le persone a comunicare virtualmente è la condivisione degli stessi interessi e valori.

Le emoji e le emozioni

La comunicazione attraverso le app oggi fornisce tante opzioni d'interpretazione del comportamento umano. la comunicazione avviene sia in modo verbale che in modo non verbale. Questi concetti li riportiamo sotto forma di sms e poi attraverso le varie piattaforme di social network, i semplici messaggi scritti possono essere interpetrati in modo diverso rispetto a come si intendeva dirlo. Molto spesso vengo accompagnati dalle emoji che dovrebbero interpretare le nostre emozioni. Per questo vengono considerati motivo di espressione della comunicazione non verbale e dei gesti durante un discorso. Le emoji insomma danno quel tocco di classe che si viene spesso a perdere nelle discussioni faccia a faccia. Un aspetto molto interessante è che le emoticons sono un vero e proprio linguaggio internazionale nato alla fine degli anni ’90 in giappone sotto

Emoji comunicazione universale

Gli Emoji sono una forma di segni che prendono il nome con cui tutte le consociamo grazie a Scott Fahlman. Oggi l’Emoji rende  le conversazioni online piu “espressiva”. Uno Smile corrisponde alla felicità e  un sorriso al rovescio uno stato di tristezza. Il nostro modo di comunicare cambia, non solo  si semplifica  ma diventa  universale e universalmente comprensibile. A livello di nomenclatura la differenza tra Emoticons (faccine) e Emoji sta nell’evoluzione della punteggiatura a una variante più articolata che rispecchi tutti i possibili significati e rappresentazioni culturali del nostro mondo. Per esempio possiamo trovare nelle emoij elementi di diverse culture come l’immagine del sushi, paella, donut ecc. ci sono emoticons  con le caratteristiche di varie nazionalità. Questo è solo uno degli inizi che ci avverte dell’importanza di questo linguaggio nelle nostre conversazioni quotidiane e perché è fondamentale che stia al passo coi tempi. Raccontiamo come siamo, come ci sentiamo, a volte in un modo che nessuna parola potrà mai descrivere a pieno.

Dimmi che emoji scegli e ti dirò chi sei

In base al modo in cui scegliamo e usiamo le emoji, la gente si fa un’idea di noi, della nostra personalità. Durante una normale conversazione faccia a faccia o su facetime usiamo sia un linguaggio verbale che non verbale: gesti, espressioni facciali, smorfie. Tutto contribuisce alla riuscita della conversazione. ma se stiamo chattando come facciamo ad essere sicuri di trasmettere le stesse emozioni? Per la serie “dimmi che emoji scegli e ti dirò chi sei”, le emoji sostituiscono le nostre espressioni e gesti, aggiungono enfasi al contesto.

Liguaggio più ricco?

Quello che è certo è che emoji ed emoticons sono diventate un argomento molto dibattuto, capace di accendere posizioni diverse. C’è chi pensa che arricchiscano il linguaggio, rendendolo più vario, e c’è chi invece le attacca, perché crede che lo impoveriscano. Quello che è certo è che la situazione di utilizzo gioca un ruolo fondamentale: un’emoji sarà sempre accettabile in una chat fra amici, decisamente meno in documenti ufficiali.

Commenti