Cioccolato, perché è importante per la salute mentale e fisica
La sua assunzione stimola la produzione di ormoni e sostante che ci fanno sentire più in forma
Carolina Ponte | 4 May 2021

Non è un caso che il cioccolato venga considerato il “cibo degli dei”: soprattutto fondente non solo non fa male ma è addirittura salutare.

Benefici

Il cioccolato ci rende innanzitutto più felici. Stimola infatti la produzione di un neurotrasmettitore, la serotonina, che è l’ormone della felicità che regala uno stato di euforia. Soprattutto se fondente, il cioccolato ha il potere di rilassare ed evitare lo stress, anche per effetto del contenuto di magnesio. In sostanza, è un ottimo antidepressivo naturale! Il cioccolato ci rende anche più giovani e belli: contiene infatti i polifenoli che sono efficaci spazzini di radicali liberi, in grado di prevenire l’invecchiamento dei tessuti e i danni cellulari. Il cioccolato ci rende più sani: i suoi antiossidanti naturali contrastano l’eccessivo livello di colesterolo, l’ipertensione arteriosa,  e riducono la probabilità di malattie cardiovascolari come l’infarto e l’ictus. Il cioccolato ci rende più sapienti: aiuta infatti a prevenire il declino cognitivo legato all’età. Il cioccolato fondente contiene i flavonoidi che sono sostanze dall’azione antinfiammatoria e antiossidante che proteggono dall’invecchiamento i neuroni, le cellule del cervello, favorendo la salute delle funzioni cognitive. Apporta inoltre rame, zinco e altri oligoelementi utili per il sistema nervoso. Il cioccolato ci rende più magri: in base ad una ricerca tedesca condotta dall’Istituto di Dietetica e Salute di Meinz, 42 grammi di cioccolato extra-fondente al giorno farebbero perdere il 10% in più di peso rispetto alla diminuzione ponderale legata soltanto a un regime ipocalorico, grazie al mix di antiossidanti, caffeina e teobromina, che è una sostanza naturale con effetti anche diuretici e cardiotonici. Un quadratino di cioccolato come spuntino lontano dai pasti, oltre a fornire un apporto di energia, aiuta poi a spezzare la fame. Il cioccolato fa bene soprattutto agli sportivi: esso risulta utile per recuperare dopo gli sforzi, specialmente per favorire l’ossigenazione dei tessuti e contrastare le infiammazioni, grazie all’apporto dei minerali come il magnesio, il fosforo, il potassio e il ferro. Il cioccolato ci aiuta a vedere meglio: esso favorisce infatti l’aumento del flusso di sangue che circola nella retina e rallenta la diminuzione della vista. Il cioccolato non favorisce l’acne: non ci sono studi scientifici che colleghino l’acne con l’assunzione di cioccolato.

Cioccolato in pandemia

E c'è persino chi sostiene che in questo periodo di pandemia, la cioccolata possa aiutare a bloccare la funzione di alcuni enzimi, le proteasi, tipiche dei virus, aiutando il nostro corpo a irrubostirsi, sebbene non sia intesa ovviamente come cura o prevenzione. Dobbiamo non solo sfatare le controindicazioni legate all’assunzione del cioccolato, ma anche esaltarne i pregi fino a riconoscerlo come alimento indispensabile nella nostra dieta quotidiana.

 

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram