Mondo
Corea del Sud, il sogno dei giovani occidentali
Dal K-pop alla Samsung, la Corea del Sud è uno dei paesi più in vista per le nuove generazioni
Eleonora Verre | 19 May 2021

Per riferirci alla diffusione che sta avendo la cultura coreana in tutto il mondo, soprattutto nei giovani, dobbiamo sicuramente parlare di K-pop e K-drama, ma anche di un grande colosso tecnologico: la Samsung. Una cultura lontana, affascinante, ma per certi versi neanche troppo lontana dalla nostra, proprio per queste "contaminazioni" culturali

Il K-pop

Uno dei maggiori strumenti di diffusione della cultura di un paese è la musica. Infatti la Corea del Sud è famosa soprattutto per questo. Il K-pop, Korean popular music, ha avuto le sue origini alla fine dell'Ottocento con la traduzione in coreano di alcune canzoni occidentali. Purtroppo questo genere vide bloccare il suo sviluppo a causa dell’occupazione giapponese negli anni Venti del Novecento. Questo genere riprese vigore alla fine della Guerra di Corea, negli anni Cinquanta, con la produzione di troat (forma più antica di pop coreano) e ballad (tipo di brano lento e melodico).

Nel 1996, alla figura del cantante tradizionale, si affiancò quella dell’Idol (artista K-pop), con il debutto del primo gruppo K-pop: gli HOT. Da lì il K-pop divenne una subcultura in grado di riunire enormi fandom di adolescenti e giovani adulti, prima con la diffusione in Giappone, e in generale in tutta l’Asia, e in seguito nel resto del mondo soprattutto grazie alle tecnologie digitali.

Il colosso Samsung

Parlando di tecnologie è opportuno parlare della Samsung. Fondata nel 1938 da Lee Byung-Chul a Taegu, dal 1990 ha acquisito sempre più successo globale, in particolare con suoi telefoni cellulari che sono diventati il principale guadagno dell'azienda. A partire dal 2017, il valore del marchio Samsung è stato qualificato come il sesto tra quelli più alti nella classifica mondiale.

Moda coreana e K-drama

Grazie alla diffusione dei cellulari e dei social-media, la cultura coreana si è insomma diffusa molto velocemente. Le tecnologie non hanno aiutato solo la globalizzazione del K-pop, ma anche di brand coreani riguardanti il settore della moda e della cosmesi come Mejiwoo, Dr. Jart e KYE.

Soprattutto si è internazionalizzata la visione dei K-drama, Korean drama. Si tratta di serie televisive basate su fatti di fantasia, che ormai sono trasmesse in tutto il mondo grazie ai servizi di streaming offerti con sottotitoli in più lingue. Inoltre hanno un impatto comportamentale e culturale su altri paesi. Questo fenomeno è denominato Hallyu o Onda Coreana, termini con cui si indica l'incremento della popolarità globale della cultura sudcoreana verificatosi a partire dagli anni Novanta.

I giovani colpiti da questo fenomeno hanno anche il desiderio di trasferirsi in Corea del Sud. L’interesse verso la cultura coreana, ma in generale verso quella asiatica, ha permesso che alcuni dei suoi aspetti si fondessero con la nostra e con quella del resto al mondo. I cambiamenti sono avvenuti soprattutto nei campi: della moda, del design delle automobili e delle tecnologie, della skincare, del cibo, di utensili relativi alla cucina, ma in generale della cultura materiale.

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram