Circo e violenza sugli animali, è reato?
Spesso la violenza nei confronti degli animali viene mascherata in spettacoli circensi, nei quali quest’ultimi  abitano all’interno di gabbie troppo piccole e spesso sporche
Anastasia Boschi | 15 April 2021

Gli animali sono tutelati dalla legge n. 281, in vigore dal 14 agosto 1991. Viene definita la legge di tutela per gli animali domestici ma include la tutela nei confronti di tutto il regno animale. La legge n.189 del 2004 enuncia il divieto del maltrattamento di quest’ultimi, in particolare la 544 ter. denigra ogni forma di maltrattamenti nei confronti degli animali.

La violenza al circo

Spesso la violenza nei confronti degli animali viene mascherata in spettacoli circensi, nei quali quest’ultimi  abitano all’interno di gabbie troppo piccole e spesso sporche. Elefanti incatenati, ippopotami lasciati sotto al sole sono solo pochi esempi di ciò che avviene ogni giorno nei circhi che vengono soprannominati dai veterinari “macchina del terrore”.

Circo senza animali

Uno dei primi circhi che ha mostrato voglia di rivoluzionare e modernizzare gli spettacoli circensi è stato il circo di origine tedesca, Roncalli Circus. Nel 2018, infatti ha deciso di abbandonare gli spettacoli che includevano la presenza di animali e il loro sfruttamento sostituendoli con degli ologrammi tra cui elefanti, pony che sembrano volteggiare ed enormi pesci che nuotano nell’aria. “Anche il circo è mosso dalle tendenze socio-culturali ed è ora il momento anche per il circo Roncalli di seguirle” così ha giustificato la scelta degli ologrammi Bernhard Paul, direttore e fondatore del circo. In Italia il circo senza animali è diventato una realtà tramite il “Cirque du Soleil”.

Commenti