Festival del Turismo responsabile, IT.A.CÀ torna dal vivo
Escursioni a piedi, bicicletta e canoa, presentazioni libri, laboratori e mostre tornano dal vivo. Tutte le tappe a partire da Bologna
Redazione | 2 September 2020

Dopo il grande successo online della prima fase di IT.A.CÀ, primo ed unico festival in Italia dedicato al Turismo Responsabile, la rete del Festival (formata da oltre 700 realtà nazionali e internazionali) sceglie di ripartire con gli eventi in presenza: già in corso e fino a novembre 9 regioni italiane accolgono il fitto calendario di eventi con un 11 tappe dislocate per i territori.

Durante la prima parte online del festival, oltre 160 esperti del settore turistico si sono confrontati su ciò che rappresenta la BIO-DIVERSITÀ (tema 2020 del festival), ora la XII edizione del festival procede direttamente dal vivo direttamente sui territori: “Tornare a viaggiare insieme, questo è il nostro obiettivo e il nostro augurio – afferma il direttore del festival Pierluigi Musarò - Farlo restando dove siamo ma acquisendo una prospettiva del tutto diversa, che serve per apprezzare ancora di più i nostri territori e le opportunità che il viaggio responsabile offre”.

Il prossimo appuntamento

Dal 28 agosto al 1 novembre la rete di IT.A.CÀ propone quindi una serie di eventi (cammini, trekking urbani, itinerari in bicicletta, escursioni in canoa, presentazioni libri, laboratori, mostre, mini tour ecc.) sempre nel rispetto delle norme sanitarie nazionali vigenti, per ricominciare a vivere il nostro Paese da angolazioni differenti, cogliendo quelle perle spesso nascoste e poco conosciute che l’Italia sa offrire, e guardare al viaggio da una nuova prospettiva capace di coniugare la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini. La protagonista di settembre sarà Bologna, con un intenso programma di eventi a partire dal prossimo weekend e per tutti i fine settimana del mese. In particolare, la tappa sarà un viaggio tra l’Appennino e la pianura bolognese passando per il capoluogo emiliano: dai percorsi avventurosi sugli alberi a Monghidoro alle camminate nella Val di Zena, dove nel 1965 un contadino trovò i resti di un’antichissima balena; dagli itinerari in bicicletta alla scoperta dei luoghi del cibo a km zero tra storia, natura e musica, passando per un viaggio storico-ambientale attraverso il Navile per conoscere la Bologna delle acque; dall’evento di formazione a Bentivoglio su come valorizzare in un’ottica turistica la pianura bolognese all’esperienza multisensoriale della tappa di Marzabotto, con degustazione di erbe selvatiche attraverso il buon cibo, accompagnati da un concerto dal vivo.

Le altre tappe

Oltre a Padova (appena conclusasi) e Bologna, IT.A.CÀ si svolgerà anche presso l’Anfiteatro Morenico di Ivrea (11-13 settembre), a Palermo (18-20 settembre), nei territori tra la Brenta e la Piave (25-26 settembre), in Trentino (25-27 settembre), nel Salento (2-4 ottobre), nel Monferrato (3-4 ottobre), a Taranto (9-11 ottobre), a Napoli (10/11, 17/18, 24/25 Ootobre) e nel Levante Ligure (31 ottobre- 1 novembre).

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram