Quello che le donne non meritano: A.A.A. Vendesi ragazze… pardon, macchine usate
Alessia Bernardini | 9 February 2021

Usato garantito Dream Car… sai di non essere stato il primo, ma te ne importa qualcosa?” recita così un manifesto pubblicitario abbinato all’immagine di una ragazza e un’auto, esposto nella città di Savona, con esplicito riferimento alla mancata verginità della ragazza in questione. Il sindaco Caprioglio chiede l’immediata rimozione facendo riferimento all’azienda Ops Group che dal canto suo si difende: “Ops Group non è responsabile di quella campagna pubblicitaria, realizzata invece da un’altra azienda”. Fatto sta che quel manifesto è stato affisso davanti agli occhi di tutti, fornendo l’ennesima prova della considerazione che le donne hanno nella nostra società. Non si tratta di un semplice cartellone di cattivo gusto: la pubblicità ha un forte impatto comunicativo e contribuisce a trasmettere dei concetti che riflettono e influenzano il modo di pensare delle persone. Quando la finiremo di considerare le donne e la loro sessualità alla stregua di merci da commercializzare?

Commenti