Che cosa fare da grandi. Una fiera per scoprirlo
Conoscenza, talenti ed opportunità
Appuntamento a Genova in novembre per parlare di orientamento ed offrire ai giovani informazioni, consigli, occasioni di crescita. Ce ne parla l'Assessore alle risorse finanziarie, istruzione, formazione e università Sergio Pippo Rossetti
Redazione | 14 October 2011
Il Salone Orientamenti si avvicina e quest’anno compie 16 anni: quali saranno i temi centrali di questa edizione, quali le conferme e quali le novità?
«Le azioni che intendiamo promuovere in quest’edizione 2011, finanziata in capo al FSE – Fondo Sociale Europeo, che si svolgerà alla Fiera di Genova dal 16 al 18 novembre prossimi, si orientano alla riduzione dell’abbandono e la dispersione scolastica e universitaria, dove la Regione interviene investendo sul capitale umano, migliorando l’offerta formativa, promuovendo gli indirizzi scientifici e tecnologici; la promozione dell’impegno civile, la cittadinanza attiva e stili di vita consapevoli, con l’educazione ai doveri civici, alla tutela della salute e la lotta contro il bullismo e ogni forma di dipendenza; la stimolazione alla creatività dei talenti giovanili basata sulla valorizzazione dell’eccellenza e del merito; la promozione dell’accesso al mercato del lavoro, con occasioni di incontro della domanda e dell’offerta, pubblicizzazione e resoconti di esperienze di stage e tirocini, visibilità alle imprese che assumono e alle filiere del Lavoro che in Liguria resistono alla crisi».
Orientamenti è il più grande evento regionale e nazionale in materia di formazione ed educazione: vede la partecipazione di oltre 40.000 studenti da tutta la Liguria e dalle aree limitrofe di Massa, Pisa, Alessandria, Asti, Cuneo. È in quest’occasione che la Regione espone tutti i canali attraverso i quali sostiene la formazione a tutto tondo dei ragazzi: quali gli appuntamenti principali?
«Innanzitutto all’interno del Salone Orientamenti si svolgerà l’evento annuale di comunicazione del Fondo Sociale Europeo nell’ambito del quale sarà presentato un piano di intervento rivolto interamente ai giovani. Il salone conterrà iniziative specifiche per i ragazzi in cerca di lavoro; vedrà poi coinvolta la “comunità educante”: le associazioni e le rappresentanze degli studenti, dei genitori, degli insegnanti e degli educatori, con l’appuntamento internazionale del Forum dell’Orientamento. Il Salone è aperto però al protagonismo di studenti, genitori ed operatori che potranno partecipare attivamente, in una prospettiva di Educainment che vede l’alternarsi di attività pratiche e seminariali».
Quali saranno i temi affrontati?
«Moltissimi in realtà, per un’idea precisa conviene affidarsi al dettagliatissimo programma. Possiamo però anticipare le aree tematiche: il Salone della Conoscenza, il Salone della Creatività e dei Talenti, il Salone della Comunità Educante, il Salone del Lavoro, delle Arti, Mestieri e Professioni, il Salone della Cittadinanza Attiva. Mi fa piacere ricordare poi che Orientamenti parteciperà alle celebrazioni del 150° dell’Unità Nazionale e alle iniziative dedicate all’anno Europeo del Volontariato».

Chi vuol essere un talento
Nel contesto del Salone della Creatività e dei Talenti verranno “raccontati” i progetti realizzati dagli studenti e dai ragazzi nell’ambito delle eccellenze scolastiche e del concorso regionale sulla Creatività Giovanile, con la premiazione delle migliori opere di ingegno. Il talento verrà letteralmente messo in mostra!
Saranno poi organizzati i laboratori “arte del fare” (artigiani del pane, trucco teatrale, news e radio days), la notte dei talenti con premiazione dei talenti liguri della scuola, della università e del lavoro.
Anche quest’anno il Salone Orientamenti propone il Concorso dedicato ai giovani talenti: come mai questa scelta?
«Lo scorso anno è stato un successo perché questo concorso è stato visto dai giovani che nella scuola hanno voglia di fare come un’occasione e un’ulteriore motivazione a impegnarsi e a crescere. Nella passata edizione abbiamo premiato trenta ragazzi provenienti dalle scuole e dall’università che si erano distinti nelle diverse discipline (scientifiche, musicali, artistiche, letterarie) in una grande festa serale che è stata seguita, grazie a Radio Jeans, anche in Turchia!».
Come si fa a candidarsi a diventare un talento?
«La Regione Liguria, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, la Camera di Commercio di Genova e il commercio interistituzionale Orientamenti 2011 ha bandito un avviso pubblico di partecipazione al Salone dei Talenti e al premio “Giovane talento ligure”, proprio con l’obiettivo di riconoscere e valorizzare il talento dei giovani liguri e di rilanciare una cultura orientata alla scienza e alla tecnologia, attraverso la valorizzazione delle capacità creative e progettuali dei ragazzi».
Chi può partecipare?
«Si può partecipare individualmente o in gruppo se si ha già partecipato a precedenti selezioni o concorsi o se si è segnalati da scuole, università, aziende o associazioni di categoria, ma soprattutto se si pensa di eccellere in una delle tante aree in cui il talento può emergere. I dettagli del bando si possono consultare sul sito www.aligurialavoro.it».
Quali sono le novità di quest’anno per l’area Talenti?
«Quest’anno oltre alle aree tematiche consuete, si è aggiunto anche il JOB TALENT, volto a premiare under 30 segnalati dalle associazioni di categoria, dalle Camere di Commercio di tutta la Liguria che si siano distinti per esperienze innovative nell’ambito dell’impresa e del lavoro. Saranno infatti due, distinti, i premi che assegneremo a questi giovani che si sono impegnati a sviluppare un’impresa innovativa, o hanno inventato un prodotto particolare».
Chi sarà a decidere i vincitori?
«Per la prima volta non ci sarà solo una giuria tecnica altamente qualificata, ma anche il voto “popolare”: i visitatori di Orientamenti, infatti, potranno scegliere e votare l’idea e il progetto che sembrerà loro più innovativo e talentuoso attraverso una postazione elettronica presente nell’area Talenti del Salone».
Ci sarà la notte dei talenti anche quest’anno?
«Naturalmente torna l’appuntamento serale della Notte dei talenti che si svolgerà venerdì 18 novembre a partire dalle 20.30 fino a notte inoltrata. Tutti a festeggiare dunque, rigorosamente coi bio drink! Ci vediamo a Orientamenti! ».
Commenti