Quarantena, la chitarra mi ha salvato
Quando suono non penso a niente e mi rilasso
Giulio Barbieri | 4 June 2020

Giovedì 14  maggio

Caro diario,

Le giornate stanno passando tutte uguali per colpa dell' emergenza coronavirus e tu sei l'unico con cui posso esprimere i miei sentimenti e anche le mie emozioni. Oggi, come sempre, ho fatto videolezioni e anche due verifiche... mi sono davvero stancato. Non sai che voglia avrei di uscire!

Venerdì 15 maggio

Caro diario,

Oggi è venerdì, una delle mie giornate preferite: ho lezione di chitarra... Io sono bravo con la chitarra e mi piace molto strimpellare perchè quando suono non penso a niente e mi rilasso. E soprattutto al venerdì la mamma fa la pizza!

Sabato 16 maggio

Caro diario,

Oggi è sabato e mi sono potuto rilassare perché non abbiamo videolezioni!!! Papà ha insegnato a mio fratello e a me a costruire dei fucili ad elastici. Mi è piaciuto molto imparare a costruire qualcosa con le mie mani… poi ci siamo divertiti tutto il pomeriggio a farci la guerra.

Domenica 17 maggio

Caro diario,

Oggi pomeriggio ho provato a fare una torta con la mamma, ma non è stata una delle migliori che abbia fatto. Per fortuna per cena c’erano dei panini buonissimi tipo quelli del Mc Donald.

Lunedì 18 maggio

Caro diario,

Oggi è il giorno più brutto della settimana: si ricomincia la scuola e non mi piace tanto perché vuole dire compiti a valanga e verifiche… si salvi chi può!

Martedì 19 maggio

Caro diario,

Oggi per la prima volta in assoluto da 3 mesi, sono uscito per fare un giro in bici nel parcheggio. Mi è sembrato di essere libero e mi sono divertito un sacco. Peccato che il tempo sia volato.

Mercoledì 20 maggio

Caro diario,

Oggi ci dovevi proprio essere: ero davvero in ansia perché il prof di tecnologia, la materia che mi mette più in difficoltà, non era di buon umore, anzi piuttosto arrabbiato! Per questo ci ha fatto fare una verifica molto difficile e piuttosto lunga. Forse una delle cose migliori di queste benedette videolezioni è proprio poter nascondersi dietro al video quando il prof sgrida… così non può vedere la mia faccia impaurita.

Giovedì 21 maggio

Caro diario,

Oggi, dopo tre mesi, sono andato a trovare i miei nonni ed ero molto emozionato. Non vedevo l'ora di rivederli perché fino ad oggi parlavamo solo al cellulare o con le videochiamate. È stato molto diverso da come avrei voluto... Purtroppo non ho potuto abbracciarli come invece mi sarebbe piaciuto.

Spero proprio che questa pandemia finisca presto! Sono davvero stufo! Rivoglio la mia libertà! Fare tutte le cose di prima… senza dover pensare alle conseguenze.

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram