Le professioni del futuro: l'Influencer
Un nuovo fronte sul mondo lavorativo: l'Influencer, rischi e benefici della popolarità online
Alessia Bernardini | 29 January 2021

La  tecnologia e i nuovi mezzi di comunicazioni hanno cambiato la  nostra quotidianità permettendo di abbattere barriere fisiche e temporali. Questo ha contribuito allo sviluppo di un cambiamento, che stiamo ancora vivendo, la globalizzazione; un processo attraverso il quale mercati, produzioni, consumi e anche modi di vivere e di pensare vengono connessi su scala mondiale, grazie ad un continuo flusso di scambi che li rende interdipendenti e tende ad unificarli. Ma questo come ha segnato il mondo del lavoro? Che ruolo hanno i social nelle nostre società? Inevitabile dire che i social occupino gran parte della nostra attenzione e del nostro tempo, soprattutto per i più giovani. Tramite questi mezzi sono nate delle nuove figure lavorative come gli influencer. Vediamo tutti i dettagli.

Chi è l'Influencer?

L'Influencer è un opinion leader dotato di capacità di coinvolgimento e persuasione, che guadagna diffondendo e amplificando messaggi promozionali per conto di aziende e brand, in cambio di una ricompensa.

Cosa vuol dire lavorare come Influencer?

Gli Influencers postano con regolarità dei contenuti di qualità sui loro canali preferiti e interagiscono via chat, post, tweet con utenti interessati ai temi  di cui si occupano, ciascun influencer si specializza in un ambito, di cui diventa interprete e voce protagonista. Questo attribuisce a queste persone una grande responsabilità comunicativa ed espressiva in quanto hanno il potere di influenzare e coinvolgere un numero elevato di persone e sono di fatto una nuova figura di collegamento fra i diversi gruppi sociali, in grado di poter dare una interpretazione ai fatti e di poter dettare l’agenda delle priorità su cui è importante discutere. Il peso e l’influenza che queste persone hanno nella vita sociale di milioni di ragazzi è paragonabile a quella dei giornalisti alcuni anni fa, ciò vuol dire che devono pesare le loro azioni e i contenuti che decidono di condividere. Gratificante è pensare di essere un punto di riferimento e un modello da seguire, ma questo impone di conseguenza molta consapevolezza e giudizio da parte dell’influencer.

I Vantaggi 

Gli aspetti positivi di questo lavoro è che si può gestire i propri impegni anche a casa in quanto basta avere un computer, quindi anche in una situazione d’emergenza sanitaria, come quella che stiamo vivendo attualmente, è possibile portare avanti il proprio lavoro con facilità infatti tale settore non è stato limitato dalla pandemia.

Inoltre è un lavoro che è molto richiesto perchè aiuta le aziende a farsi pubblicità direzionando le decisioni e le opinioni del pubblico che l’influencer riesce a coinvolge.

Molti vantaggi sono dati  dall’acceso ai  prodotti che provano prima di sponsorizzare.

La fama che si può raggiungere apre molte porte nel mondo delle celebrità e della moda.

Vantaggi non solo economici e finanziari, ma anche da un punto di vista umano: il rapporto con i fan e la possibilità di un confronto quasi immediato con i propri followers è una grande risorsa e una fonte di crescita.

Il caso Chiara Ferragni

Un esempio celebre di influencer è Chiara Ferragni, una giovane ragazza che è riuscita a creare un nuovo brand ed ha oggi su Instagram 22,5 milioni di utenti che la seguono. Oltre a sponsorizzare il proprio brand e realizzare pubblicità per le più famose aziende di moda, Chiara è attiva anche in ambito sociale. Recentemente, ha portato avanti una raccolta fondi durante l'emergenza Covid-19, per questo il comune di Milano ha conferito a lei e al marito Fedez, l'Ambrogino d'oro. Se e’ vero che ha molti sostenitori che la incitano, la sostengono e che la sua cabina armadio è invidiabile, altrettanto vero è che  non tutto è  rose e fiori come ci appare. Il fatto di essere perennemente esposti potrebbe nuocere alle persone che le stanno accanto e alla sua salute, poiché è vero che ha successo e riceve molti complimenti, ma è anche molto facile ricevere critiche e insulti non solo per le proprie scelte lavorative, ma anche per aspetti che coinvolgono la sua sfera più personale comprendendo le persone che le stanno accanto, come la famiglia.

Il rischio dipendenza dai social

Un rischio che si corre è cadere nella dipendenza dai social, un influencer che si rispetti infatti, utilizza il web per ogni cosa e condivide ogni aspetto della giornata. La dipendenza però, non è data solo dal dover condividere, ma anche dallo ‘spiare’ continuamente il lavoro di altri influencer. Scoprire che un rivale ha più follower o più like, spinge l’imprenditore digitale a farsi mille domande e a cercare di capire dov’è l’errore. Insomma, l’imprenditore digitale, seppure sia un lavoro da sogno, porta con sé anche aspetti decisamente negativi.

Cosa bisogna fare per diventare Influencer?

Ad oggi sono nati dei nuovi percorsi di studio finalizzati alla formazione di persone che vogliono lavorare nel mondo della moda, e non solo, attraverso i social network. A Milano c’è l’Accademia del Lusso con la possibilità di seguire il corso Fashion & Luxury Influencer, ma anche online ci sono molti corsi che informano e formano .

Il mondo dei social è si un luogo affascinante e intrigante, ma nasconde molti  lati oscuri e non bisogna sostituirlo alla realtà. Ciò nonostante non è lecito sminuire questa occupazione lavorativa che si è sviluppata negli ultimi tempi e che stiamo imparando a conoscere, in quanto richiede impegno e creatività. Con la giusta attenzione e coscienza i social network possono essere degli strumenti costruttivi e utili anche in ambito lavorativo.

 

 

 

 

Commenti