Cinema e Teatro
Ferrari: critiche e apprezzamenti per il film di Mann
Enzo Ferrari, icona dell'automobilismo e genio delle corse, diventa il fulcro di un dramma intenso e profondo nel film 'Ferrari', diretto da Michael Mann
Michele Alliegro e Martti Di Santo | 6 January 2024

"Ferrari", un film attesissimo da molti e apprezzato soprattutto dagli appassionati che hanno trovato nel ritratto del magnate modenese, interpretato magistralmente da Adam Driver, un affresco complesso e straziante di un uomo diviso tra la passione per le corse e il peso dei suoi drammi personali.

La regia di Mann e le critiche 

Il regista Mann, noto per le sue esplorazioni intense della psiche umana, tenta di catturare l'anima di Ferrari, immergendosi nelle sue relazioni familiari complesse e nelle pressioni del mondo automobilistico. Tuttavia, il film sembra affrontare una serie di sfide, a cominciare dall'uso di attori stranieri per interpretare personaggi italiani, che può risultare straniante per gli spettatori.

Nonostante la padronanza visiva di Mann nel dipingere l'Italia degli anni '50 senza scadere nel cliché, la narrazione tende a concentrarsi sulle dinamiche familiari piuttosto che sull'ingegneria delle automobili o sull'immaginifica bellezza delle rosse di Maranello. Questa scelta potrebbe deludere gli appassionati delle prestazioni automobilistiche.

Il film si sforza di esplorare la dualità di Ferrari come imprenditore e uomo di famiglia, ma talvolta sembra lottare nel trasmettere il vero peso emotivo che circonda il protagonista. Sebbene Adam Driver dia vita a un Ferrari passionale e intraprendente, la freddezza emotiva del personaggio potrebbe non colpire completamente gli spettatori.

Note positive 

Non mancano, tuttavia, momenti di eccellenza, in particolare grazie alle interpretazioni coinvolgenti di Penélope Cruz e Shailene Woodley, che portano una profondità e un calore emotivo al racconto.

In sintesi, 'Ferrari' è un film che cerca di immergersi nella complessità della vita di Enzo Ferrari, pur affrontando sfide nella rappresentazione delle sue emozioni e nel bilanciare i vari elementi della sua storia. Sebbene sia un ritratto avvincente, alcuni aspetti potrebbero lasciare lo spettatore con un desiderio di maggior approfondimento e coinvolgimento emotivo.

Commenti