Videomaker Of the Year è il nuovo Festival Internazionale per amatori e registi affermati
A Milano, il 14 e il 15 marzo 2018
Serena Mosso | 8 marzo 2018

Le selezioni di questa edizione si sono chiuse a dicembre, ma dal prossimo anno i giovani registi amatoriali e professionali potranno contare su una nuova opportunità per far conoscere i propri lavori.

Nato da un’idea di Marco Bertani, che dirige la manifestazione, Videomaker of the Year è il contest che premia i migliori videomaker dell’anno e che promuove il video come nuovo strumento di comunicazione nei piani editoriali e di marketing delle aziende. È il primo concorso in Italia dedicato a videomaker, filmaker e moviemaker italiani e stranieri e in soli tre mesi ha ricevuto oltre 600 iscrizioni da tutto il mondo.

Il festival si terrà il 14 e il 15 marzo 2018, presso l’Università Iulm di Milano, come evento di apertura della Milano Digital Week.  Le quindici categorie vanno dai lungometraggi ai cortometraggi, dai video wedding allo sport video, dai documentari al travel video passando per i videoclip e tanti altri. La rivista Tutto Digitale ha messo a disposizione tre premi speciali per la miglior regia, il miglior montaggio e la miglior fotografia.

La giuria sarà costituita da tre videomaker professionisti e tre videomaker amatoriali scelti tra i partecipanti iscritti al festival, che si andranno ad aggiungere alla giuria tecnica composta da dieci addetti ai lavori: Gabriele Pignotta (autore, sceneggiatore e regista), Lorenzo Cefis (produttore cinematografico), Paolo Tenna (imprenditore ed esperto di cinema e comunicazione), Siddhartha Prestinari (attrice), Giuseppe Azzaro (autore di Zooppa), Maurizio Lastrico (comico e attore), Aldo Ricci (influencer e fondatore di Traipler), Guido Geminiani (di Impersive e Brandon Box, uno dei massimi esperti di video 360 e realtà aumentata), Davide Manca (direttore della fotografia) e Giuseppe Maesa (General Manager di Userfarm).

Oltre al contest ci saranno workshop, dimostrazioni, seminari, eventi speciali ed esposizioni di prodotti.

Un’occasione irripetibile per avvicinarsi al mondo del cinema passando dalla porta degli “addetti ai lavori”; un’occasione anche per i giovani studenti che aspirano a diventare registi e si stanno guardando intorno, in cerca di ispirazione e formazione. 

Commenti