Compiti, stress e ansia di uscire
La Fase 2 non ha migliorato la situazione di molti adolescenti, costretti alla DaD e ancora rintanati in casa
Tommaso Taurino | 2 June 2020

Non vedo davvero l’ora che la scuola finisca perché ci hanno dato talmente tanti compiti da sommergerci, letteralmente! Continuo ad avere una voglia matta di finire da settimane, però dobbiamo resistere ancora qualche giorno, quindi cerco di tenere botta. Ogni giorno, più o meno, nelle ultime settimane, abbiamo dovuto passare più di tre ore facendo i compiti di ripasso… e so che sono più di tre ore perché mi segno persino i minuti precisi di quando inizio e di quando finisco!

Ogni mattina a svegliarmi è il mio gatto: attorno alle 7:20 di mattina “suona” la mia sveglia “miagolante” e mi preparo a iniziare una nuova giornata tra videolezioni e compiti da fare per quasi tutto il pomeriggio. Meno male che, quando posso, mi metto a giocare a tennis e scarico i nervi e le tensioni che accumulo durante queste giornate così strane! Le verifiche e le interrogazioni con la scuola online sono davvero pesanti: di molte interrogazioni posso dirmi soddisfatto, ma di molte verifiche la difficoltà è aumentata anche per colpa della modalità a distanza. Ma poi vogliamo parlare del fatto che con la scuola online, anche se siamo a casa, non possiamo mangiare tranquillamente qualcosa tra una lezione e l’altra anche se abbiamo una fame pazzesca, come è successo a me l’altro giorno?!

Mia mamma qualche giorno fa mi ha chiesto di accompagnarla a Bazzano, ma ho avuto paura: uscire dopo tanto tempo passato a casa mi ha messo ansia e quindi sono rimasto a casa. C’è da dire, però, che alla fine di ogni giornata, uno dei pensieri più “forti” che ho è sempre “anche oggi sono sopravvissuto”… in questi giorni non è da dare così per scontato!

Ho accumulato tantissimo stress in questi giorni ma, visto che la scuola è agli sgoccioli (non mi ricordo quanti giorni mancano, non voglio mettermi a contare di preciso i giorni perché sennò poi divento ancor più impaziente!) cerco di resistere fino alla fine!
Non vedo l’ora che finisca la scuola, sì, ma ancor di più sogno di poter tornare alla mia vita “normale”: poter andare a scuola “normalmente” (appena finiscono le vacanze, ovviamente!), giocare a tennis non solo nel mio giardino e poter tornare a stare con i miei amici senza avere paura di ammalarci o far ammalare i nostri familiari.

 

 

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram