Chi è Miley Cyrus? - Aspettando il Primavera Sound
In attesa dell'appuntamento con il festival catalano a fine maggio, i nostri giovani reporter vi conducono alla scoperta di alcuni tra i protagonisti del cartellone
Gianni Bellu | 27 May 2019

Il claim dell'edizione 2019 del Primavera Sound è "The New Normal": la "nuova normalità" prevede la parità tra nomi femminili e nomi maschili in cartellone (così come prevede la presenza di generi musicali diversissimi tra loro), lanciando una sfida al mondo della musica dal vivo internazionale. Si pensava fosse impossibile e invece ci è stato dimostrato il contrario: noi giovani reporter vi vogliamo condurre in un percorso di scoperta di alcuni dei protagonisti di uno dei festival musicali più importanti al mondo che non è mai stato "solo un festival", schierandosi da sempre e lavorando per rendere reali gli ideali che ha sempre appoggiato.

Miley Cyrus, nata nel Tennessee nel 1992, è un’ eclettica cantante e attrice americana, che ha fatto sognare intere generazioni di teenagers con la serie tv Hannah Montana. Alternando la sua carriera musicale  con quella di attrice, si è trasformata ben presto a passare dalla bionda icona della Disney a una pop star di livello internazionale, divenuta celebre anche per i suoi scandali, gli eccessi e il suo stile estroverso e provocatorio.

Come del resto, provocatori sono il testo e il video della canzone che ha consacrato la sua fama di “bad girl”: “Wrecking ball”, una power ballad, che, sin dalle prime note, mette in evidenza il rapporto tra il ritmo  struggente delle strofe  e la grinta e la rabbia del ritornello.

Anche nel suo ultimo singolo “Nothing Breaks like a Hearth”, scritto in collaborazione con Mark Ronson, riesce a far convivere il suo ritmo armonioso, ma al tempo stesso “strong” con dei testi che fanno breccia nel cuore di chi li ascolta.

Ha recentemente fatto parlare di sé sia per il suo matrimonio  segreto con Liam Hemsworth sia per la sua inattesa partecipazione al Primavera Sound 2019 (dove ha rimpiazzato Cardi B).

L’atteso evento musicale catalano, inoltre, è anch’esso sulle pagine di tutti i giornali per la lineup adottata al grido di “The New Normal”: quest’anno ha deciso di introdurre, infatti, la presenza pari di uomini e donne nel cartellone. Un gesto da elogiare in un periodo in cui sembra che si stiano cancellando decenni di lotta dei movimenti femministi, in cui sembra che tutte le fatiche per ottenere pari diritti fra i due sessi siano stati vani.

Commenti