Immortali
Perché si ascoltano ancora i Queen?
La storia di una band che non morirà mai
Alessandra Annunziata e Giulia Tropenscovino | 17 February 2020

La musica ha sempre fatto parte della vita quotidiana dei giovani: è un intrattenimento in grado di creare legami tra le persone e riesce a esternare in modo artistico dei sentimenti che tutti provano. Ogni anno emergono nuovi artisti e ne tornano di vecchi. Nuovi generi nascono ed altri continuano ad essere ascoltati.

Ed è per questo che grandi band del passato, quando si faceva musica per pura passione, dovrebbero essere ascoltate ancora oggi. Un esempio è costituito dai Queen, band nata negli anni ‘70, che con il suo enorme successo, ha avuto una forte influenza sui giovani che hanno avuto la fortuna di ascoltarli in tempo reale, ma anche sulle generazioni future.

Ma perché dopo ben 30 anni dalla sua morte, nessuno si è dimenticato di Freddy Mercury ed ogni ragazzo di oggi conosce il suo nome? Perché, nonostante la musica sia cambiata notevolmente nel corso degli anni, alcuni artisti non muoiono mai, semplicemente per il fatto che riescono ancora a coinvolgere chi li ascolta e a catture le emozioni. È per questo che, nonostante la continua nascita di nuove star della musica, i Queen gruppi come i Queen non smettono di far breccia nei cuori degli adolescenti. Oggi è molto semplice debuttare con delle canzoni che abbiano un ritornello cantabile e che faccia impazzire gli ascoltatori, ma le canzoni che ci fanno provare emozioni stanno scomparendo.

Ma, se una delle loro canzoni più conosciute (Bohemian Rhapsody) è ad oggi il brano più ascoltato tra quelli composti nel nel XX secolo, con oltre 1,6 miliardi di ascolti sulle varie piattaforme di streaming, bisogna riconoscere dei meriti anche al film che di recente li ha riportati in scena. La pellicola, intitolata Bohemian Rapsody, dall’omonimo singolo di sei minuti, racconta la storia della band nei primi quindici anni di attività, dal 1970 al 1985. Non a caso il film è stato un successo straordinario in tutto il mondo, come sono stati e lo saranno ancora i Queen.

 

Commenti