La trap parla (anche) spagnolo
Tre consigli tutti da ascoltare per conoscere più da vicino il fenomeno della musica trap in Spagna
Matteo Allegretti | 16 April 2021

Il successo in Spagna (così come nel resto del mondo) della musica trap è dovuto alla sua capacità di dare voce al disagio sociale e al riscatto di strati della società meno abbienti. Il linguaggio utilizzato in queste canzoni è diventato di uso comune nelle fasce giovanili, ma perché ascoltare la trap spagnola?
Il motivo per cui consiglio di dare un’occhiata (o meglio, un ascolto!) a questo genere è che anche questo è espressione della cultura spagnola contemporanea e chi ha interesse per la lingua e la cultura spagnola deve conoscere non soltanto il passato di una civiltà ma anche il suo presente.
Il fenomeno della musica trap non ha interessato solo gli Stati Uniti e l’Italia: anche la Spagna ha i suoi beniamini... scopriamone tre insieme.

Dani Gómez, meglio conosciuto artisticamente come Kaidy Cain, è un rapper originario di Carabanchel, un distretto di Madrid, nato il 12 febbraio 1990. Famoso per essere parte del gruppo di trap "Pxxr Gvng", per il suo stile originale e per le polemiche che ha avuto con l'artista spagnolo C. Tangana, responsabile dell'esplosione del genere trap in Spagna.
Kaydy Cain ha confessato in molte interviste che la sua vita da giovane, fino all'adolescenza, l'ha vissuta in una comunità umile, dove nel quartiere in cui viveva era normale da 15 a 20 anni dover andare per le strade a vendere droga, o fare qualsiasi altro tipo di attività illegale. Grazie alla musica è riuscito a superare il degrado sociale in cui era nato. Il trapper è maggiormente influenzato dal ritmo come il flamenco o la salsa, da cui ha preso spunto per realizzare uno tra i suoi più conosciuti brani “Como Yo Lo Hago” che ha totalizzato la bellezza di 5,4 Mln di views su Youtube.

Altro fenomeno della trap spagnola è Kidd Keo, pseudonimo di Padua Keoma Salas Sànchez, nato ad Alicante il 27 settembre 1995, tedesco da parte di padre che, però, ha conosciuto a malapena. Il trapper ha uno stile fortemente influenzato dalla trap americana, scrive sia in spagnolo che in inglese e non ha paura di esprimere le proprie idee attraverso ritmi intensi e underground. Si avvicina spesso a generi come il metal e l’elettronica, dimostrando in questa sua versatilità una profonda conoscenza della musica. Il suo brano “Touchdown” (feat. Aleman), pubblicato nel 24 maggio del 2018, ha totalizzato 109 milioni di views.

L'ultimo rapper di questo trittico che vi consiglio di ascoltare è conosciuto in Spagna per il suo stile impertinente, potente ed incisivo: si tratta di Yung Beef. Le sue canzoni raccontano esperienze di droga, di vita nei bassi fondi e di strada. Nasce a Granada, in seguito si trasferisce a Leonberg in Germania, dove a soli 13 anni inizia a lavorare facendo la spola poi fra Granada, Marsiglia e Londra. Nel 2013 esce l’album "ADROMICFMS", e crea il gruppo PXXXR GANG: con i membri del gruppo si trasferisce a Barcellona. La canzone che totalizza il maggior numero di visualizzazioni e ascolti è “Southside” pubblicata l’8 settembre del 2020.

Anche i rapper Italiani danno una visione della società contemporanea in Italia e tra di loro troviamo delle somiglianze nel sound e nell'approccio artistico con i loro “colleghi spagnoli”. Non a caso ho scelto di parlare di due trapper, Kidd Deo e Kaydy Cain che hanno collaborato con il gruppo leader della trap italiana ossia la Dark Polo Gang, debuttando nell’album "Twins" con “Hypebeast” (feat. Kaydy Cain) pubblicata nel 2018, e “Loco” (feat. Kidd Keo), prodotta da Sick Luke e pubblicata nel 2020 totalizzando ben 5,6 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Commenti