Musica
Qualche domanda a La Rua
Chiara Colasanti | 11 July 2015

La Rua è una band pop/nu-folk che si è formata nel 2004 nella provincia? di Ascoli Piceno.? L’immaginario della band è nato dal sodalizio artistico tra Daniele Incicco e il songwriter e produttore Dario Faini. I La Rua sono: Daniele Incicco (voce e chitarre), William D’Angelo (chitarre), Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica, glockenspiel), Nacor Fischetti (batteria, fx), Alessandro Mariani (chitarre, banjo) e Matteo Grandoni (contrabbasso, basso).

Come presenteresti in tre aggettivi il vostro album a chi non ha ancora avuto modo di ascoltarlo?
Acustico, energico ed elettronico! A livello di sound ti spiego la contrapposizione tra acustico ed elettronico: l'album ha una forte anima acustica perché abbiamo ripreso il genere del new folk che nel Nord Europa sta già spopolando da un po' con gruppi come Of Monsters And Men, Lumineers, Mumford and Sons ed altri. Però, a differenza di questo new folk che, nel Nord Europa, è molto genuino, noi lo abbiamo sporcato sia con i canoni della canzone pop italiana (anche perché ognuno deve rapportarsi con quello che è l'ambiente che lo circonda!), sia inserendo anche alcuni elementi elettronici. A livello di tematiche invece andiamo sia dalla critica ai luoghi comuni come si può ascoltare in “Non sono positivo alla normalità” e in “Non ho la tristezza”, che sono i singoli che sono usciti a uno spaccato di vita del cantante su alcuni pezzi che sono anche autobiografici.

Cosa ci puoi raccontare a proposito di “Magneti Vicini”, questa canzone così particolare?
“Magneti Vicini” è l'ultimo singolo che è uscito, in concomitanza con l'album. Per l'uscita abbiamo voluto pensare ad un'idea di amore non convenzionale, quindi che esulasse un po' da quelli che sono i soliti stereotipi. L'idea del videoclip è nata grazie ad un incontro con Mauro e Marta, che sono i protagonisti del video: li abbiamo conosciuti grazie a Le Iene e sono dei protagonisti molto particolari. È una coppia di sposi con la sindrome di Down: hanno incarnato quello che volevamo esprimere nel testo, sia la volontà di andare oltre, la volontà che l'amore vada oltre pregiudizi, preconcetti e ostacoli che la società di oggi può presentare!  

Per quello che riguarda il rapporto con i social in un momento in cui se non condividi post non esisti?
Diciamo che noi personalmente, essendo un progetto completamente autoprodotto, i social sono un'opportunità a costo zero, diciamo: ti danno la possibilità di far vedere teoricamente a tutto il mondo quello che si sta facendo! Per noi sono attualmente fondamentali perché non avendo nessuna casa discografica dietro, il nostro modo di rapportarci con il pubblico oltre ovviamente al live, che è la nostra principale fonte di energia, insieme alla nostra relazione con il pubblico, sono anche i social!

Un consiglio che ti sentiresti di dare a chi sta muovendo i primi passi nel mondo della musica?
Non abbattersi mai nonostante si ricevano spesso due di picche quando uno presenta progetti, si iscrive a un concorso... Noi, adesso non mi ricordo di preciso, ma mi sembra che abbiamo fatto due volte Area Sanremo, siamo quasi arrivati alla fine e poi comunque siamo tornati a casa... Nonostante questo non ci arrendiamo, continuiamo a lottare e i risultati, anche se con fatica, comunque arrivano ed è questa la strada: non ci sono scorciatoie, non ci sono alternative che non prevedano scontri su qualche altro fronte! La persistenza e il duro lavoro alla fine pagano!

C'è una domanda che ancora nessuno vi ha fatto e a cui invece vorreste rispondere per parlare di qualcosa che vi sta a cuore?
Molti sorvolano sul fatto che siamo un progetto autprodotto, mentre per noi è fondamentale, perché stiamo davvero facendo tutto con le nostre forze! La mole di lavoro è tanta; anche a livello di promozione sui social viene tutta curata da noi e da Dario... per il resto forse nelle interviste non traspare quanto poi ci divertiamo tra di noi, quanto siamo pazzi nel fare quello che facciamo e quello che c'è dietro le quinte, però questo è ovvio, non si può far capire attraverso un'intervista; forse sui social ogni tanto compare qualche video di qualche scherzo che si fa!

Ecco come non perdere nessun aggiornamento: https://www.facebook.com/laruaband?fref=ts 

Commenti