Musikee: la startup che accende i riflettori sui fan
Greta Pieropan | 1 March 2016

Il potere dei fan è inarrestabile, lo sappiamo da tempo: da prima dei social, quando un certo Conan Doyle uccise Sherlock Holmes e poi a seguito delle proteste dei lettori lo resuscitò. In tempi più recenti, quando gli sceneggiatori di Glee modificarono la storia perché i fan volevano una precisa coppia (Brittany/Santana, per chi lo avesse visto, non era prevista come coppia). E sempre ai concerti o agli spettacoli, gli artisti dicono che non sarebbero nulla senza fan. Ma allora perché non incanalare questa bella energia positiva, andando oltre il fan club locale e sfruttando i social? Non temete: c’è chi ha già la soluzione, e noi di Zai.net l’abbiamo tenuta d’occhio e osservata per voi…

La soluzione si chiama Musikee, ed è una piattaforma web gratuita “per gestire le fanbase degli artisti che funziona con un sistema di missioni e ricompense”: più semplicemente, Musikee lavora per artisti e fan, trasformando passivi e anonimi “Like” e “Follow” social in azioni concrete.

Le azioni concrete sono quelle che i fan più attivi già fanno quasi quotidianamente: condividere un video, taggare degli amici in un post, acquistare un album o un biglietto per un concerto, indossare una maglia del merch ufficiale o fare volantinaggio. Ma sia per fan attivi e fan più timidi, l’azione attraverso la piattaforma Musikee si personalizza e diventa un rapporto più diretto con l’artista: a ogni obiettivo raggiunto, infatti, la ricompensa è studiata dallo stesso artista, e può andare dal tweet alla Skype call!

Pur utilizzando una piattaforma web che controlla e registra in automatico le missioni completate dal fan, Musikee continua a mettere al centro la persona: alcune missioni infatti (sempre studiate in collaborazione con l’artista e il suo team di lavoro) devono essere seguite dallo staff dell’artista, e coinvolgono in più passaggi il fan, che aumentando gli obiettivi raggiunti aumenta la possibilità di aiutare il proprio idolo (e di essere da lui ringraziato!), e di entrare nella classifica dei fan più attivi, per essere magari scelto come referente per gestire la community del proprio artista preferito.

Entrare a far parte di Musikee è molto semplice e da qualche tempo gratuito (cliccando qui agli artisti basteranno pochi click per creare la propria community!), e pur essendo una start up con larghi margini di crescita e gestita da giovani (non posso svelarvi l’età, parte del team è femminile, e mi dicono che non sia elegante dire l’età delle signore e signorine, anche se sono al di sotto dei 30 anni!) vanta già collaborazioni con EMP Italia e Rude Records. Ma non è solo il rock o il punk rock a poter far parte di Musikee: cliccando qui è possibile suggerire nuovi artisti e community.

A questa idea giovane e coinvolgente, che fa un uso inedito e necessario dei social e del web, e che investe nella creatività di artisti e fan, non ci resta che augurare il meglio, ma ne siamo certi: i fan della buona Music sono un’ottima key to succes!

 

Commenti