Juve-Roma, può essere la svolta per i bianconeri?
La squadra di Pirlo ora minaccia le milanesi. Ma anche i giallorossi hanno risposto presente
Alessio Esposito | 7 February 2021

Il big match della 21esima giornata di Serie A sancisce la scalata al podio della squadra di Pirlo, che scavalca i giallorossi fermi a quota 40. La Juventus batte all’Allianz stadium di Torino la Roma, che nonostante non abbia avuto il crollo mentale, come nelle partite di Bergamo e Napoli, non riesce a concretizzare le azioni create, che non sono poche: quattordici tiri in porta per gli uomini di Fonsaca, ma soltanto tre centrano lo specchio della porta. La Roma non lascia respirare la Juve,  che dal canto suo sembra non avere paura, attacca con molti uomini ma con uno in particolare, perché se dall’ altra parte c’era un Cristiano Ronaldo infermabile, la Roma ritrova un Mancini molto in forma, che si trova a fare il centrocampista e lo fa anche molto bene. La Juventus, a differenza della Roma, fa fatica ma si chiude molto bene in difesa, mantenendo il vantaggio. La Juventus compie tre tiri, tutti e tre nello specchio, e tutti calciati da Cristiano Ronaldo; di cui uno di questi tre si va ad insaccare in rete, alle spalle di un Pau Lopez impotente, una conclusione cosi precisa del fenomeno della Juve. 

Togliendo i tre tiri nel primo tempo, la Juventus non si presenta mai davanti alla porta della Roma, tranne una volta dopo una grande azione in solitaria, con un cross basso verso Cristiano Ronaldo, che viene anticipato da Ibanez che però la spedisce nella sua stessa porta. La Roma però esce sconfitta solo a metà perché sembra aver trovato il proprio gioco anche con le grandi del nostro campionato, guidata da un Brayan Cristante che si ritrova a giocare quasi vicino a Borja Mayoral e farlo anche abbastanza bene. Se fosse proprio lui l’arma in più della Roma? Dall'altro lato, la Juventus inizia a far tremare anche le milanesi. La storia insegna: quando la vecchia signora trova la quadra giusta, non ce n'è per nessuno.

Commenti