Perché il cane è il miglior amico dell'uomo
Ragioni biologiche, culturali e sentimenti inspiegabili a parole
Sophie Belloli | 15 February 2021

Si dice che il cane sia il migliore amico dell’uomo, ma su cosa si basa questa amicizia? Quali sono le ragioni più profonde che rendono questo legame così unico e speciale?

Le origini

Il legame uomo-cane ha origine quasi 15000 anni fa quando l’uomo primitivo si avvicinò alle prime specie canine e viceversa. Recentemente si è scoperto, grazie al gruppo di ricerca del Max Plank Institute, che questa relazione ha delle basi biologiche che promuovono una sorta di attaccamento in cui si instaura un rapporto di estrema fiducia. In questo caso possiamo parlare di vera e propria simbiosi che solo chi ha vissuto parte della propria vita con un amico a quattro zampe può provare. Ad esempio quando siamo in compagnia del nostro cane, interagendo con carezze, coccole e giochi, rilasciamo ossitocina, una sostanza conosciuta anche come ormone dell’amore che favorisce la socialità ma soprattutto lascia una sensazione di soddisfazione e serenità. I cani hanno una grande sensibilità emotiva e questo gli permette di capire e interpretare i nostri comportamenti, instaurando con l’uomo una relazione profonda ed empatica. Non è un caso che quando siamo tristi il nostro cagnolino ci venga incontro scodinzolando e non è un caso che quando il nostro amico si trova in difficoltà cerchi il nostro sguardo in richiesta d’aiuto. Inoltre i cani sono animali di estrema intelligenza e il più delle volte sono i veri protagonisti nell’aiuto alle persone e ne sono un esempio i cani antidroga, i cani da salvataggio e i cani guida.

Amore inspiegabile

La scienza però non spiega del tutto questo raro e incredibile legame perché è intrinseco di sentimento ed emozioni. A volte lo stesso uomo non è all’altezza dell’amore limpido e sincero che i cani donano ai propri padroni. Ancora troppo spesso sentiamo casi di abbandono e di maltrattamenti che oltre ad essere un gesto vile e disumano è anche, e per fortuna, perseguibile penalmente (art.727 codice penale). In casi estremi piuttosto di lasciarli in mezzo alla strada, smarriti, spauriti affidateli ai canili che sono sempre pronti ad accoglierli per cercare di dar loro una nuova vita e un futuro migliore. Pensando a quanto amore, a quanta devozione e a quanta felicità sono in grado di donare incondizionatamente, l’amore che lega un uomo al proprio cane è talmente puro e autentico che rimarrà in eterno.

Commenti