Libri
Aspettando il 2020: storie di giustizia ed esordi letterari
Due nuovi romanzi da non perdere tra passato e presente, Italia e Asia
Serena Mosso | 23 December 2019

Sarà un gennaio ricco di uscite, con autori non nuovi ad articoli e racconti brevi che per la prima volta si cimentano anche nel romanzo. Fazi Editore ci propone due titoli che rispondono a queste caratteristiche, in cui giovani protagonisti viaggiano nel proprio passato e lottano per portare la verità alla luce.

 

Storia della nostra scomparsa, di Jing-Jing Lee

Siamo nel 2000 e per Kevin, ormai tredicenne, è arrivato il momento di scoprire le proprie origini. Inizia così un viaggio nella memoria e nella storia, che lo porterà a scoprire drammatici segreti di famiglia indietro nel tempo fino alla Seconda Guerra Mondiale. Conoscerà quindi la storia di Wang Di, che dopo l’invasione di Singapore nel 1942 viene portata via dal suo villaggio e costretta per tre anni a essere una schiava sessuale dei militari giapponesi. È stata una delle tante giovani donne, vittime silenziose del conflitto, che si cercava di mettere in salvo facendole sposare o vestendole da uomo. Invano. L’autrice Jing-Jing Lee esordisce con questa opera prima che è allo stesso tempo straziante racconto d’amore e di memoria, ma anche di speranza, che prende spunto dalla sua stessa famiglia. Salutato come il nuovo Memorie di una Geisha, sarà in libreria dal 16 gennaio 2020.

 

Ai sopravvissuti spareremo ancora, di Claudio Lagomarsini

Il secondo esordio che segnaliamo è quello di Claudio Lagomarsini, che dopo diversi racconti si cimenta nel suo primo romanzo. Anche Ai sopravvissuti spareremo ancora è un viaggio indietro nel tempo: quello di un uomo che ritorna nel paese d’origine per vendere la casa di famiglia e rivive la lontana estate della sua adolescenza, nel 2002, grazie a dei vecchi quaderni scritti dal fratello. Il ricordo delle cene all’aperto, della nonna materna, del vicino di casa soprannominato il Tordo, una vita lontana in una società che sta cambiando. Quella patriarcale, sessista e machista ormai al tramonto ma ancora rappresentativa dell’Italia, fotografata magistralmente attraverso uno stile lucido, implacabile, dalla lingua quotidiana ed elegante allo stesso tempo. In libreria dal 23 gennaio 2020.

Commenti