Libri
Cinque consigli per imparare a leggere
Non trovo tempo, non ho stimoli, non trovo il libro adatto a me. Ecco come superare la crisi del lettore
Sabrina Culotta | 27 April 2021

Quanto spesso ci capita di avere una lista chilometrica di libri da voler leggere e non riuscire mai a soddisfarla per mancanza di tempo? O di acquistare compulsivamente in libreria pensando “questo libro sembra troppo interessante, lo divorerò in pochi giorni!” mentre poi finisce sempre solo ad incrementare la pila di volumi ancora da leggere sulla libreria o sul comodino del letto, in attesa di essere ancora sfogliati? Sembra quasi un circolo vizioso senza fine per chi vive a pane e libri e, tuttavia, che sia per lavoro o per studio, si riesce raramente a trovare il momento adatto a staccare la spina dal dovere e abbandonarsi all’immaginazione con un buon libro. Ma in realtà esistono tanti piccoli ritagli di tempo libero in una giornata, che spesso non ci rendiamo conto di avere, che sarebbero adatti per dedicarli alla lettura, anziché al controllare il proprio profilo Facebook o Instagram. E se il problema è la mancanza di stimolo a leggere, perché troppo presi dal lavoro o perché in un “blocco del lettore”, ci sono tanti modi per rendere la lettura più piacevole di quel che si pensi. Perché, ricordiamoci, leggere non è una cosa che si fa per impegnare ulteriormente la mente in cose astruse, ma un semplice diletto, un “lasciarsi trasportare dal flusso di parole in un luogo o situazione che ci faccia evadere dai doveri quotidiani”. Quindi, ecco 5 consigli utili ed efficaci per leggere di più:

1) Porta sempre con te un libro: sia se vai a scuola, all’università o al lavoro con un mezzo pubblico, cerca di inserire, nella borsa o nello zaino, il volume che desideri leggere: è utile per ammazzare il tempo morto. Anche durante la pausa pranzo/ricreazione, se si è in assenza di compagnia, puoi continuare la lettura.

2) Leggi qualche pagina prima di andare a dormire: in serata, dopo la cena, si può benissimo impiegare l’ultima ora prima di andare a letto a portare avanti ciò che si ha attualmente in lettura. Puoi anche organizzare delle serate a tema! Quindi leggere per tutta la serata il libro che si ha trepidazione di concludere per sapere come finirà, in inverno sotto le coperte e sorseggiando una tazza di tè caldo, in estate all’aperto, se si dispone di una buona illuminazione, con un tè freddo. Renderà il tutto anche più confortevole e piacevole.

3) Unisciti a dei club di lettura: a volte può mancare quello stimolo necessario ad iniziare un libro, che possa essere per lo stress o semplicemente un “periodo no”. In questo caso è molto utile unirsi a dei gruppi di lettura, dove si sceglie il libro in questione da leggere e, tramite degli incontri settimanali o mensili, se ne discute insieme e si condivide la propria opinione su ciò che piace o no. Leggere in compagnia può aumentare l’interesse, divertire di più e fornirti l’occasione necessaria per sviluppare l’abitudine alla lettura!

4) Leggi all’aperto: Quando si è più liberi, come nel fine settimana, si può dedicare l’intero pomeriggio a fare una bella passeggiata all’aperto (quando le condizioni climatiche lo consentono), fare sosta su un parco o su una spiaggia e leggere in calma e serenità, a contatto con la natura e privo di stimoli esterni.

5) Scambia consigli di lettura con i tuoi amici: puoi essere a corto di titoli interessanti con cui approcciarsi, divenendo causa di un tuo distaccamento dalla lettura. Confrontarti con un amico o con un familiare che condivide la tua stessa passione può essere un'occasione per scoprire qualcosa di interessante! Inoltre, il fatto di leggere un libro elogiato da questi ultimi può essere uno stimolo decisivo ad affrontare la lettura con molta curiosità e veemenza.

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram