Grammy Award, perché i BTS sono i vincitori morali
la delusione della mancata vittoria è stata sostituita da una bellissima reazione: i BTS hanno cominciato ad applaudire e ad abbracciarsi per incoraggiarsi l’un l’altro
Valeria Grimaldi | 16 March 2021

La 63ª edizione dei Grammy Award, inizialmente prevista per il 31 gennaio, è stata posticipata a causa di un picco di contagi da COVID-19 al 14 marzo presso lo Staples Center di Los Angeles. Tutti gli artisti si sono dovuti esibire online a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

I protagonisti

Quest’anno sono state le donne a farsi notare. Le protagoniste dei Grammy 2021 sono infatti state Beyoncé, Taylor Swift, Billie Eilish, Megan Thee Stallion e Dua Lipa. Una grande novità è stata però la nomination della canzone Dynamite della boyband sud-coreana più famosa degli ultimi anni: i BTS. Sono stati nominati per la prima volta ai Grammys ma, con grande stupore da parte dei fan, non hanno vinto il prestigioso premio come tutti si sarebbero aspettati. Infatti nella categoria Best Pop Duo/Group Performance le vincitrici sono state Lady Gaga e Ariana Grande con il singolo Rain on Me.

Vincitori morali

Ma i sette ragazzi coreani non si sono persi d’animo e la delusione della mancata vittoria è stata sostituita da una bellissima reazione: i BTS hanno cominciato ad applaudire e ad abbracciarsi per incoraggiarsi l’un l’altro! Dopo il programma hanno anche fatto una live dove hanno festeggiato comunque la nomination e hanno tranquillizzato gli Army, come vengono chiamati i loro seguaci, dicendo di essere contenti lo stesso. Vittoria o no, i cantanti hanno regalato ai fan una meravigliosa performance del famosissimo singolo Dynamite, in diretta da Seoul e sono loro i vincitori morali della kermesse.

 

 

 

 

 

Commenti