Musica
Harry Styles: un’icona da seguire
Sostenitore dei Black Live Matter e della comunità LGBTQ+, ha aiutato molti ragazzi
Giulia Lascala | 14 May 2021

Il famoso cantante britannico Harry Styles non smette mai di stupire. Dietro il volto di un ragazzo semplice si nasconde un cuore gentile e solidale che lo ha portato ad agire per aiutare le persone in difficoltà sotto tutti i punti di vista.

Contro il razzismo e l'omofobia

A seguito dell’uccisione di George Floyd, Harry ha partecipato alle manifestazioni del Black Lives Matter, diffondendo sui social messaggi contro il razzismo e donando denaro alle persone arrestate nonché organizzatori di queste proteste. Inoltre è un grande sostenitore della comunità LGBTQI+, infatti durante i suoi concerti cerca sempre di creare un ambiente in cui tutti si possano sentire a loro agio, soprattutto per le persone insicure sul loro orientamento. Il cantante nei suoi show sventola sempre la bandiera del Pride diffondendo messaggi di autoaccettazione e fierezza nell’essere se stessi. “Treat people with kindness”, questo è il motto del cantante di “Sign of the Times”. Quest’ultimo, come dice la frase, invita le persone a trattare tutti con gentilezza, messaggio importante in quanto non si conoscono mai le storie delle persone che si incontrano casualmente quando si è fuori casa, perciò bisogna sempre essere cauti e mostrare il proprio lato cortese. Harry ha anche aiutato nel 2018 una ragazza a fare coming out a sua madre proprio durante il suo concerto. “Sono solo un esempio di come Harry ci abbia fatto sentire orgogliosi di essere chi siamo”, queste sono le parole di Grace riguardo il grande gesto compiuto dal cantante. Sicuramente, uno dei fatti più sorprendenti lo si ritrova nella realizzazione di magliette vendute sul sito ufficiale del cantante per combattere il Coronavirus, per far comprendere la serietà della situazione e per ricavare denaro con il quale aiutare economicamente le persone malate. Inoltre Styles ha raccolto parte dei soldi dei suoi tour per donarli in beneficienza a sessanta enti diversi, come per esempio “The Basel Region Childhood Cancer Foundation”, “Società Pane Quotidiano” e “Help Refugees”.

Ma chi è Harry Styles?

Harry Styles è un cantante, modello e attore britannico nato a Redditch il primo febbraio del 1994. È diventato famoso partecipando nel 2010 a X Factor dove è entrato a far parte del gruppo musicale chiamato “One direction”, in pausa dal 2015. Il suo primo singolo da solista “Sign of the Times”, pubblicato il 7 aprile del 2017, ha ottenuto più di mezzo miliardo di visualizzazioni su Youtube, portando il cantante a vincere nel 2018 un Brit Award come migliore video inglese. Nel 2019 ha rilasciato l’album Fine Line, con il quale recentemente ha vinto un Grammy Award con il suo singolo “Watermelon sugar”. Solamente con il suo primo album, Harry è entrato nella classifica Billboard battendo Sam Smith e diventando l’artista maschile con più copie di dischi vendute in Inghilterra. Inoltre dopo ben settanta settimane dall’uscita del secondo disco, Fine Line rimane nei primi dieci posti della classifica globale su Spotify degli album più ascoltati. 

Oltre la musica

Il cantante di “Golden” ha anche preso parte al film “Dunkirk” nel 2017 interpretando il ruolo di Alex, un giovane militare pronto per andare in guerra e molto presto lo potremo vedere al cinema nei panni di Jack in “Don’t worry darling” e in quelli di Tom in “My policeman”. In aggiunta ad Harry si riconosce il merito di essere stato il primo uomo apparso da solo nella cover di British Vogue dopo 128 anni dalla fondazione della rivista e di esser andato contro le convenzioni sociali indossando un abito, affermando che i vestiti non abbiano un genere e soprattutto mostrando come ciò possa rappresentare un limite di espressione della propria personalità, invitando di conseguenza le persone a farsi trasportare dalla creatività senza paura di essere giudicati.

Commenti