Musica
"Gli Occhi Al Mare":un "antipasto" del nuovo progetto di Maurizio Chi
Chiara Colasanti | 3 August 2015

Chi è Maurizio Chi e come ti descriveresti a chi non ha ancora sentito la tua musica?
A chi ancora non ha sentito la mia musica, in primis, direi che sono tante cose in una persona, così come oggi lo siamo un po' tutti. Io sono un cantautore, ma nasco come ballerino e anche preparatore atletico, che è l'altro lavoro di cui mi occupo e grazie al quale entro in contatto con ragazzi molto giovani. Sono tanto in uno, diciamo così, fondamentalmente il mio sogno è quello di poter lavorare nel mondo della musica...

Un caleidoscopio, quindi!
Esatto: hai trovato l'oggetto giusto per descrivermi!

Le tue fonti di ispirazione? Non solo a livello musicale, ma artistico in generale...
Più artistica della mia vita, per ispirarmi, non credo ci sia dell'altro! Se si vuole essere un minimo originali, oggi, si deve parlare di se stessi, perché ognuno di noi è differente dall'altro e forse è quella l'unica originalità rimasta! La fonte di ispirazione potrebbe essere chiunque in qualsiasi momento: la situazione che più mi colpisce diventa fonte di ispirazione. Attingo inconsapevolmente da altri artisti, ma diciamo che non è un prendere spunto consapevolmente. È più l'idea del testo, di quello che voglio dire che mi porta poi a un genere piuttosto che a un altro.

Cosa ti sentiresti di consigliare a chi sta muovendo adesso i primi passi di questo percorso artistico?
Sicuramente di armarsi di tanta pazienza, di tanta buona volontà; avere voglia di svolgere un altro lavoro per poter mantenere una passione come la musica, perché oggi purtroppo bisogna fare così. Cercare di lanciarsi in tante direzioni per capire se si è veramente completi: i ragazzi devono avere la consapevolezza che l'orizzonte che si trovano davanti è veramente grande e quindi devono avere davvero tanta voglia di navigare e di confrontarsi per poter arrivare all'obiettivo finale.

C'è una domanda che nessuno ti ha mai fatto e a cui tu vorresti invece rispondere per poter parlare di qualcosa che ti sta particolarmente a cuore?
Oddio, questa è difficile! Io di solito so sempre cosa dire, ma adesso sono in difficoltà! Non so se c'è una domanda che nessuno mi ha mai fatto, ma so che se nessuno me l'ha fatta è perché non è arrivato il momento di dare una risposta concreta, facciamo così! La mia parte positiva, ma anche negativa, è che parlo tanto, mi esprimo abbastanza, di solito tendo a dire tutto di me. Sicuramente non mi è stata fatta una domanda sulla vita privata, ma in realtà perché non ho questa grande chiusura nei confronti della vita privata! La vita privata probabilmente è solo in camera da letto e non nella persona che ti porti a casa... Di solito quando si chiede a qualcuno se è fidanzato o meno ti rispondono dicendo “questa è la mia vita privata”, mentre invece quella è la vita pubblica!
Però non ti ho risposto...
 

Chissà se la risposta arriverà su Facebook?
Nel dubbio, ecco dove andare a mettere like per non perdersi nessun aggiornamento sul percorso artistico di questo caleidoscopico performer: https://www.facebook.com/mauriziochi?fref=ts

 

Commenti