Britannia: Sky e Amazon tra druidi e donne guerriere
La nuova serie di Sky Atlantic in onda in Italia da lunedì 22 gennaio
Serena Mosso | 19 gennaio 2018

43 d.C: ambizioso generale Aulo Plauzio, su incarico dell’imperatore Claudio, è determinato a riuscire laddove il grande Giulio Cesare ha fallito: conquistare la Britannia e annetterla all’impero, per la gloria di Roma.

Una nuova campagna militare dei romani minaccia la libertà della Britannia. Cantii e Regnensi, popoli guerrieri nativi dell’isola, dovranno mettere da parte le loro rivalità per fare fronte comune contro l’invasore. 

Britannia è la nuova serie tv prodotta dal gruppo Sky, in collaborazione con Amazon. Il 18 gennaio debutterà su Amazon Video per gli Stati Uniti e su Sky Atlantic per il Regno Unito e l’Irlanda. Il 22 gennaio sarà il turno dell’Italia, che potrà seguire la prima puntata alle 21,15 sempre su Sky Atlantic.

Nel cast tanti volti non nuovi a serie tv e atmosfere magiche: il protagonista Aulo Plauzio è interpretato da David Morrissey, avvistato in Doctor Who e famoso per The Walking Dead; Kelly Reilly – già interprete di True Detective Sherlock Holmes: Gioco di Ombre – è  Kerra, la combattiva principessa dei Cantii; Stanley Weber (Outlander) è Lindon; MacKenzie Crook, già corsaro maledetto in Pirati dei Caraibi, è Veran. E la regina Antedia, acerrima nemica di Kerra, è Zoe Wanamaker. Sicuramente la ricorderete per aver interpretato Madama Bump, l’insegnante di quidditch di Harry Potter e la Pietra Filosofale.

Il misterioso mondo dei druidi e le gloriose battaglie di Roma si scontrano in una nuova, epica saga di ribellione e conquista. 

Commenti