Nuoto sincronizzato: tecnica, discipline, trucco e parrucco per donne e... uomini!
Alla scoperta dello sport che per anni è stato considerato solo femminile
Giulia Corbetta | 9 April 2021

Nato dall’unione del nuoto e della danza nel XX secolo, il nuoto sincronizzato (o nuoto acquatico) nasce come sport competitivo nel 1907 e prende il nome dalla presentazione di uno spettacolo nel 1915 di Katherine Curtis. Negli anni, aumentando la difficoltà degli esercizi, è diventato sport olimpico (nel 1984) con specialità di squadra e duo, inizialmente come sport prettamente femminile ma col passare degli anni anche maschile.

Discipline

Fondamentale nel nuoto acquatico sono gli esercizi che possono essere svolti in singolo, in doppio e in squadra, con un massimo di 4 tipologie di esibizioni: il tecnico, il libero, l’obbligatorio e il libero coordinato.

Make-up e acconciature

Un aspetto che colpisce molto l’attenzione degli spettatori è il make up particolare e artistico delle atlete che completa e abbellisce la scenografia nell’esibizione. Sorprendente e spettacolare è il trucco waterproof resistente all’acqua con colori luminosi e appariscenti; l’acconciatura invece è composta da una gelatina alimentare e acqua che impermeabilizza il capello.

Italia

Due grandi campioni italiani con esibizione di coppia sono Manila Flamini e Giorgio Minisini con medaglia d’oro a Budapest e con medaglia d’argento nel duo misto tecnico ai mondiali di Gwangju in Corea del Sud.

Commenti