Shock social, insulti e auguri di morte a Pirlo e al figlio 17enne
Il ragazzo, con un post su instagram, ha condiviso lo screen dell’ultimo folle messaggio arrivatogli, il quale cita  “Devi morire insieme a tuo padre”
Matti Farinacci | 28 April 2021

La pronosticabile difficile stagione della Juventus, con alla guida tecnica il novellino Andrea Pirlo, ha rispettato le attese. Ma la cocente eliminazione dalla Champions per mano del Porto ha contribuito a renderla molto più che complicata, decisamente deludente, e che rischia di diventare addirittura fallimentare in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League. La squadra torinese infatti non se la passa di certo bene e sul banco degli imputati sono finiti giocatori, società e ovviamente il neo tecnico juventino. Fin qui tutto normale, se non fosse che, come da sempre succede in Italia, la pioggia di insulti e offese non ha tardato ad arrivare. Questa volta però i leoni da tastiera non si sono limitati a offendere l’ex-centrocampista, ma hanno preso di mira l’innocente figlio di 17 anni, la cui unica colpa è quella di “essere figlio di un allenatore, che probabilmente, come è giusto che sia, può non piacere”. Il ragazzo, con un post su instagram, ha condiviso lo screen dell’ultimo folle messaggio arrivatogli, il quale cita  “Devi morire insieme a tuo padre”.

Lo sfogo del giovane

Oltre allo screen del vile messaggio, il ragazzo ha incluso nel post anche un breve testo di sfogo e di denuncia sociale. Le sue sono parole di frustrazione e amarezza, che sottolineano quanto il peso della cattiveria umana sia pesante, soprattutto per un giovane senza colpe e ancora minorenne. “Ho 17 anni e quotidianamente ricevo messaggi di questo genere. Non vorrei mai che qualcuno mi togliesse il diritto di parola, ma credo che a tutto ci sia un limite e già da tempo questo limite è stato superato”. Dichiarazioni forti in un contesto e una situazione che non ci dovremmo più trovare ad affrontare nel 2021. “Vorrei chiedervi di mettervi per un solo secondo nei miei panni e chiedervi come vi sentireste” la richiesta finale e sincera del giovane Pirlo.

Commenti