Vita da matricola
Mens sana in corpore sano
Lo dicevano i latini e non sbagliavano: fare attività fisica aiuta anche la mente. Gli studenti di Genova possono farlo al Centro universitario sportivo (Cus) a condizioni agevolate. Pronti, lezione e via!
Redazione | 2 July 2013
Scopriamo le opportunità sportive per gli studenti universitari con Marco Midoro della segreteria del Cus di Genova.
Quali sport si possono praticare al Cus di Genova e in quali strutture?
Spieghiamo intanto che il Cus ha due anime: una per le sezioni agonistiche, dove i nostri atleti sono impegnati in campionati federali, che prevede sei discipline: atletica, rugby, tennis, basket, pallavolo e hockey, mentre l?altra riguarda i corsi promozionali rivolti principalmente agli studenti universitari, in condizioni tra l?altro agevolate, anche se in realtà possono essere aperti anche alle altre persone. Noi disponiamo delle strutture dell?Università di Genova che sono il Palazzetto dello sport, ovvero il PalaRomanzi nel quartiere di Albaro che è una struttura polivalente dove si gioca fondamentalmente a basket e pallavolo. Poi ci sono sei campi da tennis, di cui tre coperti e tre scoperti; all?interno del Palacus, inoltre, organizziamo una serie di corsi tra cui aerobica, fitness, balli, arti marziali, persino un corso di bridge, e poi abbiamo anche corsi per ragazzi più piccoli che vogliono praticare pallavolo, tennis, basket e atletica.

In cosa consistono le agevolazioni per gli studenti?
Alcuni corsi sono aperti a tutti, ma altri sono rivolti solo agli studenti universitari. Ad esempio, la pallavolo al PalaRomanzi è appannaggio solo dei ragazzi iscritti all?ateneo. Il tennis invece è aperto a tutti, ma gli studenti universitari pagano un terzo dell?importo. L?anno prossimo, poi, lanceremo per i soci la Cus Card: una tessera che dà diritto a vantaggi e agevolazioni anche extrasportive che coinvolgono numerosi esercizi commerciali. Per gli studenti universitari sarà gratuita!

Si può accedere alle strutture liberamente, anche se non si seguono corsi?
Per usufruire dei campi da tennis bisogna comunque essere associati, ovvero pagare una quota che quest?anno, per gli universitari, è di 20 euro. Per ragioni assicurative almeno una delle persone che prenota deve essere socia; poi, ma fino ad un massimo di due volte, si può invitare un esterno non associato a giocare a tennis. Questa è anche una tutela a vantaggio delle persone che giocano, perché, se qualcuno dovesse farsi sfortunatamente male, sarebbe coperto dall?assicurazione.

Sono molto frequentate le vostre strutture?
La maggior parte dei praticanti si dedica al tennis, ma abbiamo buoni numeri anche per quanto riguarda i corsi di aerobica e i centri di avviamento allo sport.

Sono organizzati dei tornei?
Sì, abbiamo tornei interfacoltà di varie discipline: ne abbiamo organizzati due di calcio esclusivamente per universitari con un fuori quota al massimo per squadra; adesso stiamo organizzando tornei interfacoltà di basket 3 contro 3 e di beach volley 4 contro 4.

A livello agonistico dove siete più forti?
Non vorrei fare classifiche: ricordiamo ad esempio che la nostra squadra di rugby è arrivata seconda nella fase regolare dei play off in serie B e adesso li disputerà per essere promossa. Poi quest?anno la nostra squadra di pallavolo è stata direttamente promossa in B2, avendo vinto il campionato. La nostra squadra di tennis è la terza di Genova, dietro a realtà comunque importanti a livello nazionale. Soddisfazioni anche dall?atletica, basti ricordare la nostra Silvia Salis, olimpionica del lancio del martello.

Come fare per iscriversi?
Bisogna venire qui a Genova in via Monte Zovetto 21, dove sono anche alcune delle strutture. Il telefono è 010-3623001.

Vale ancora il detto mens sana in corpore sano?
Certo. Lo sport è un momento importante nella vita e nella socialità di una persona. Corpo e mente sono collegate e l?una influenza l?altra. Fare sport aiuta anche ad essere più lucidi e a superare gli esami!
Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter profilo Instagram