Cinema e Teatro
Gli anni d'oro del cinema turco
Il periodo Yeşilçam, tra gli anni '60 e '80, è il momento di maggiore sviluppo del cinema turco, nel quale le riviste cinematografiche hanno giocato un ruolo fondamentale
Aurora Cacciatore | 28 May 2021

Nella storia del cinema turco, gli anni tra il 1960 e il 1980 sono noti come il periodo Yeşilçam (letteralmente "pino verde"). È il nome di un quartiere molto noto di Istanbul sede di numerose case di produzione. All’interno di questo arco temporale vengono collocati gli anni d’oro del cinema turco. Nazıh Erdoğan ha individuato le modalità produttive di questo periodo come “konfeksiyon” (confezionate) , in quanto pensate non soltanto per soddisfare una domanda in continuo aumento, ma anche, soprattutto, per intrattenere un pubblico internazionale. In questo periodo si producono film per audience viziate.
Il cinema Yeşilçam è un cinema creato appositamente per un pubblico che conferisce potere al sistema tramite gli incassi.

Le riviste

Le riviste sono considerate lo strumento primario di diffusione di cultura cinematografica quasi a creare un ponte tra attori e pubblico. Infatti, grazie anche a queste riviste il pubblico riconosceva il genere di film. La rivista più importante integrata al cinema Yeşilçam è quella di “Seş ve artist”. Nei loro settimanali si pubblicavano notizie e contenuti che attirano l'attenzione del pubblico, ed è anche grazie a questa rivista che le star si facevano pubblicità. Quindi, possiamo dire che durante il periodo valeYeşilçam le riviste di cinema hanno un ruolo molto importante.

 

Foto Un cinema a Istanbul | Facebook: Beyoğlu Sineması

Commenti