John Grisham: oggi esce “La Grande Truffa”
Tre studenti di legge, il sogno di cambiare il mondo, la scoperta di un inganno.
Serena Mosso | 16 gennaio 2018

Chi di noi non ricorda il film Il socio, dove un trentunenne Tom Cruise passava un sacco di guai in un criminale studio legale? E che dire di Il rapporto Pelican, in cui Denzel Washington e Julia Roberts erano alle prese con un doppio omicidio dagli impronunciabili retroscena? Queste sono solo due trasposizioni cinematografiche degli innumerevoli romanzi di John Grisham, maestro americano di gialli giudiziari. Dal suo passato professionale di politico e di avvocato Grisham ha tratto materiale per le tutte le sue avvincenti storie. Romanzi per adulti ma anche per ragazzi: dal 2010 infatti ha iniziato a pubblicare le indagini del tredicenne Theodore Boone – di cui Nuovi e misteriosi casi di prossima uscita.

E sempre di prossima uscita, anzi imminente, è il nuovo giallo per adulti di John Grisham.

La Grande Truffa è disponibile da oggi in tutte le librerie, edito dalla Mondadori.

I protagonisti sono Mark, Todd e Zola e sembrano avere molto in comune col Mitch McDeere di Tom Cruise: anche loro sono studenti di legge, anche loro si scoprono vittime di un losco imbroglio. La scuola privata in cui hanno studiato appartiene infatti a un potente investitore, socio di una banca specializzata in prestiti a studenti. Un raggiro che li coinvolge da vicino, dato che anche loro si sono indebitati per studiare legge. Le promesse di un lavoro sicuro dopo l’università si rivelano false e difficilmente riusciranno a passare l’esame di avvocato. Per vendicarsi, decidono di lasciare gli studi e spacciarsi subito per avvocati. E se qualcuno dovesse scoprirli?

Il business delle scuole private è un argomento di attualità in America e nel mondo. John Grisham lo sa e col suo stile brillante e coinvolgente delinea una storia appassionante capace al contempo di mettere a nudo interessi e profitti nascosti. La sua penna sforna un best seller all’anno da decenni e La Grande Truffa ha tutte le carte in regola per diventarlo. 

Commenti