Dazn in down, cresce il malcontento dei tifosi in vista della prossima stagione
Per seguire la propria squadra del cuore in tutte le competizioni, dalla prossima stagione sarà necessario fare tre abbonamenti. E la qualità non è garantita
Alessio Esposito | 12 April 2021

Dalla stagione 2021-2022 l’app DAZN trasmetterà sette partite di serie A in esclusiva, ma tanti tifosi e persone che seguono il calcio per puro piacere non sono molto soddisfatte di questa scelta, perché dal prossimo anno per vedere tutte le partite di serie A e le coppe europee bisognerà pagare tre abbonamenti quello appunto a DAZN che trasmetterà la serie A; quello di Sky calcio che trasmetterà Champions League, Europa League e Conference League; e quello di Amazon Prime Cideo che trasmetterà una partita per giornata di Champions League.

Ma non è l'unica ragione del malcontento: a perplimere è anche la qualità non sempre ottimale di DAZN, andata in down anche in quest'ultima giornata di campionato a discapito di Inter-Cagliari giocata a 12.30 e Verona-Lazio giocata alle quindici non sono state visibili o comunque con  parecchie difficoltà. Gli abbonati presenti e futuri  iniziano a storcere il naso ancor prima che la Serie A completamente trasmessa su DAZN abbia inizio. Poco contano le scuse dell'azienda: arrivati a questo punto è giusto pretendere un miglioramento dell’app e del sito senza tutti questi disagi creati agli abbonati che pagano e in cambio richiedono soltanto di poter seguire le partite di serie A.

Commenti