Arturo ci presenta la sua "My Fault"
Chiara Colasanti | 25 November 2015

Chi è Arturo e come ti descriveresti a chi ancora non ha sentito la tua musica?
Arturo è un cantautore di diciannove anni che sta provando a fare della musica, che è quello che ama, anche la sua fonte di introito per “portare la pagnotta a casa” e che facendo questo vorrebbe portare un po' di novità e innovazione. Per chi non ha mai sentito la mia musica direi che il modo migliore per descrivermi è angloitaliano nel senso che sono italiano per molti tratti del mio carattere, però quando si parla di musica sono molto in un mood anglosassone e statunitense! Andrò a nozze con chi ama la musica soul americana o la musica britannica degli anni '70/'80, ecco!

A proposito degli anni '70/'80, le foto che ho visto su Facebook sono un po' stile anni '70, un po' alla dandy... c'è la volonta di presentarti in questa chiave o è stato solo un insieme di circostanze?
Diciamo che il mood dei brani, non solo di “My Fault”, ma anche degli altri brani che stiamo preparando, richiama molto questo stile: abbiamo fatto questa scelta di caratterizzarmi anche visivamente con questi look molto alla dandy, molto alla Starsky & Hutch sotto alcuni punti di vista!

Progetti per il futuro e sogni nel cassetto?
Mi lascio un po' trasportare dalle cose e non programmo troppo in là... adesso stiamo registrando altri pezzi in studio per poterli lanciare e voglio vedere come vanno questi! Abbiamo varie idee, ma non sappiamo ancora se uscire con un altro pezzo in inglese o con un pezzo in italiano per far vedere anche quel lato lì di me. Chiaramente mi piacerebbe portare sia qualcosa in inglese che qualcosa in italiano: quando scrivo in italiano scrivo come se fosse in inglese... uso parole che suonano molto simile all'inglese, che in Italia penso si sia sentita raramente e mi piacerebbe farla sentire e vedere se è qualcosa che funziona o meno!

Non perdete l'occasione di canticchiare a ripetizione "My Fault", ecco il video: https://www.youtube.com/watch?v=pB6IQWgdh8Q 

https://www.facebook.com/artmagnofficial/?fref=nf 

Commenti